FACEBOOK: LE COSE DA FARE E QUELLE DA EVITARE

FACEBOOK: LE COSE DA FARE E QUELLE DA EVITARE

Il galateo dei social media che tutti dobbiamo imparare per evitare imbarazzi a noi stessi e agli altri

Alla maggior parte di noi, da piccole, mamme e nonne hanno insegnato a scrivere lettere di ringraziamento e a rivolgerci agli adulti in modo formale, chiamandoli per cognome. Oggi, la linea di confine delle buone maniere non solo non è più così definita ma, per molti versi, è stata cancellata.

L’avvento dei social media ha creato un nuovo universo di comportamenti sociali in continua evoluzione cui è fondamentale adattarsi se si vuole rimanere “in contatto”.

Come perfezionare quel sorriso smagliante

Rimanere ancorate al ricordo dei bei vecchi tempi in cui non esistevano gli smartphone ci farà sentire solo isolate non solo rispetto ai figli e ai parenti più giovani e ai colleghi ma, spesso, anche ai coetanei.

Diamo un’occhiata, quindi, alle cose fa fare e a quelle da evitare quando pubblichi i tuoi post, commenti o interagisci sulla bacheca dei tuoi amici, così sarai sicura di rispettare le regole e non scontentare nessuno.

 

USA I MESSAGGI PRIVATI DI FACEBOOK MESSENGER

Se ti trovassi in una stanza piena di estranei, di certo non renderesti tutti partecipi dei tuoi piani di uscire a bere un drink o del luogo di villeggiatura dei tuoi nipoti, vero? Non c’è bisogno che il resto del mondo conosca i dettagli di una conversazione privata, quindi tienili per te usando SMS oppure il servizio Facebook Messenger.

 

RIGUARDA LE FOTO PRIMA DI CONDIVIDERLE

Non c’è nulla di più noioso di un flusso costante di foto di qualcun altro che riempie la propria timeline. Usa il giudizio, seleziona una manciata di immagini che meglio rappresentano lo scenario che vuoi condividere e carica solo quelle. Non impostare mai il telefono per la condivisione automatica delle foto su Facebook.

 Oral B PRO 200 Cross Action

PENSACI BENE PRIMA DI SCRIVERE UN POST

Oggi, molti datori di lavoro usano i profili dei social media per selezionare potenziali candidati, quindi, se credi che non sia il caso di pubblicare qualcosa sul tuo cv professionale o su quello dei tuoi nipoti, non farlo nemmeno su Facebook. Anche se al momento non stai lavorando, magari in futuro potresti volerti riqualificare, fare volontariato o lavorare di nuovo part-time.

 

NON TUTTI HANNO LO STESSO CONCETTO DI PRIVACY

Un post o una foto che tu pensi verrà visto solo dagli amici stretti, potrebbe circolare in maniera molto più ampia se qualcuno decide di condividerlo o taggare altre persone. Se non vuoi che tutto il mondo legga i tuoi commenti o veda le tue foto, non metterli su Facebook.

 

QUANDO CONDIVIDI UN’OPINIONE, SII CAUTA

Dalla politica al modo di crescere i figli, alla religione, è molto facile dire la propria sui social media. Ma l’iniziale senso di liberazione che provi quando dai voce al tuo punto di vista può cambiare drasticamente se urti o offendi la sensibilità altrui o ti ritrovi nel mezzo di una acceso dibattito senza fine. Se è una cosa non diresti in faccia a qualcuno durante una cena, faresti bene a non dirla nemmeno su Facebook.

 

NON POSTARE NULLA IN PREDA ALL’EMOZIONE

Se sei arrabbiata, turbata o anche estremamente felice, fermati a pensare prima di aggiornare il tuo status o commentare quello di qualcun altro. Quando siamo in preda alle emozioni, la tentazione di inveire o lamentarsi o anche di rivelare la nostra gioia potrebbe essere causa di tensioni sociali di ogni sorta. Le emozioni estreme, inoltre, potrebbero renderci cieche alle sfumature del linguaggio e al modo in cui le cose vengono interpretate dagli altri, per questo usa la sensibilità e la ragionevolezza. Proprio come nella vita, fermati, calmati e quando sei in grado di riflettere in modo razionale sul post, scrivilo.

 

NON CONDIVIDERE FOTO DI ALTRE PERSONE SENZA IL LORO PERMESSO

Può sembrare cosa da niente ma anche i parenti, gli amici e i colleghi che conosci meglio potrebbero avere idee molto particolari su come usare le diverse piattaforme sociali come Facebook, Twitter e Instagram. Alcuni hanno solo una selezionata cerchia di amici stretti, altri aprono i propri network a persone che non hanno mai visto. Alcuni sono felici di condividere foto dei propri figli o di feste a cui hanno partecipato, altri invece sono più cauti rispetto ai contenuti da mettere online, specie se tali contenuti potrebbero essere visti da contatti professionali. Nel dubbio, non postare foto; piuttosto inviale per email.

 

NON ENTRARE NEL PERSONALE IN PUBBLICO

Se hai un problema con qualcuno su Facebook, non rendere la questione di pubblico dominio. Che si tratti di una lite tra vicini, un battibecco scolastico o un problema con un amico, risolvilo in modo maturo, di persona o comunque lontano dalla bacheca di Facebook.

 

NON “SPAMMARE” I TUOI AMICI

Se ti piace fare test sulla personalità online, guardare video teneri di animali o meme virali, oppure giocare sui social media, sei libera di farlo ma non dare per scontato che la tua rete di amici voglia fare lo stesso. Fai attenzione quando accetti i termini e le condizioni delle applicazioni di Facebook, poiché alcune richiedono l’accesso alla tua lista di amici. Proprio come non daresti la tua rubrica a una grande società che poi inonderebbe i tuoi contatti di contenuti spazzatura, fai attenzione a chi chiede lo stesso sui social media.

 

Lascia un commento *Testo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

COME PINTEREST PUÒ AIUTARTI NEL RINNOVARE LA CASA

Con oltre 100 milioni di utenti ogni mese, il fenomeno del social media Pinterest può lasciare perplesse: ma non disperarti, a soccorrerti ci pensiamo noi

COMPLEANNO IN VISTA? FAI GLI AUGURI CON LE E-CARD

Come fare i biglietti d’auguri nell’era digitale? Con le e-Card! Perché usarle, e come utilizzarle al meglio: segui la nostra guida per principianti.

Swiffer Dry Starter Kit

Cattura 3 volte di più* peli, capelli e polvere