“FARE BENE AGLI ALTRI FA BENE AL CUORE”

“FARE BENE AGLI ALTRI FA BENE AL CUORE”

Da 4 anni, Anna è volontaria del Banco Alimentare. Una grande svolta che nasce da un grande sogno. Vi raccontiamo la sua storia.

Anna Clerici, 53 anni, sposata con Umberto, un figlio Paolo di 17 anni, vive nei pressi di Milano. Professione: perito in argenteria antica con un ruolo di responsabile in una rinomata casa d’aste milanese. Poi la svolta. Da circa quattro anni collabora con l’Associazione Banco Alimentare della Lombardia ONLUS: il suo sogno è di contribuire alla costruzione di un ponte tra il mondo del benessere e quello del bisogno.

 

Cosa l’ha spinta a diventare volontaria di un progetto come il Banco Alimentare?

L’incontro con il Banco Alimentare ha rappresentato nella mia vita un’importante opportunità che mi ha fatto scoprire come poter conciliare l’amore per la bellezza dell’arte con la possibilità di fare del bene. Ho incontrato il Banco Alimentare durante un periodo difficile in cui avevo perso il lavoro, mi sono ritrovata con tanto tempo libero e con la voglia di sentirmi ancora utile. Ho preso consapevolezza per la prima volta alla soglia dei 50 anni di essere una persona privilegiata, con una bella famiglia, un lavoro presto ritrovato… non mi manca niente. Da qui è partita la svolta.

Quale è stato il momento più forte emotivamente?

Ogni volta che guardo i volontari del Banco Alimentare provo un’emozione profonda. Però mi sono commossa senza vergogna quando ho partecipato con mio marito e mio figlio alla Cena dei Mille, organizzata dall’Associazione Banco Alimentare del Piemonte ONLUS al Lingotto di Torino a fine dicembre, per donare un pasto natalizio degno di un galà ai più disagiati della città. È stata un’emozione difficilmente contenibile l’aver capovolto i ruoli, chi ha tutto al servizio di chi non ha niente.

Come è stata accolta dal gruppo di volontari? Cosa l’ha colpita?

Confesso di aver avvertito un po’ di perplessità al mio arrivo al Banco Alimentare e questo è comprensibile, venivo da un mondo professionale agli opposti. Errore clamoroso di comunicazione iniziale una mia camicia panterata decisamente fuori ambiente. Lo sconcerto per fortuna è durato molto poco perché abbiamo capito che parliamo lo stesso linguaggio, il linguaggio del cuore per cui siamo tutti uguali, uniti dallo stesso desiderio di aiutare.

Secondo lei il volontariato fa bene anche a chi lo fa? Lo consiglierebbe?

Fare del bene fa bene prima di tutto a se stessi. La gioia di sentirsi utili per qualcuno in difficoltà regala una pienezza così grande, non comparabile alla gratificazione di un successo personale o professionale.

I risultati, dunque ci sono? Il Banco Alimentare serve davvero…

La Rete Banco Alimentare agisce sul territorio nazionale, sono 1.560.000 i poveri assistiti, ed è anche un modello culturale ed educativo, invita a vivere la carità come un gesto di aiuto agli altri e di crescita e arricchimento della propria persona.

TOGLI CALCARE E AGGIUNGI CUORE!

Per il suo 50° compleanno, Viakal sostiene Banco Alimentare nella sua missione contro la povertà alimentare in Italia: fino al 31 Dicembre 2016 acquista un qualsiasi prodotto Viakal nei punti vendita che promuovono l’iniziativa con il logo “Viakal sostiene Banco Alimentare” sul loro volantino e Viakal distribuirà tramite la rete Banco Alimentare un pasto a chi ne ha bisogno*. Togli calcare e aggiungi cuore!

 

*Nell’arco temporale che va dal 01/07/2016 al 31/12/2016 acquistando un qualsiasi prodotto Viakal nei punti vendita che promuoveranno l’Iniziativa a volantino recante il logo “Viakal sostiene Banco Alimentare”, P&G donerà a Banco Alimentare 0,07 € per ciascun prodotto venduto nel periodo di validità riportato a volantino. Questa somma equivale al costo sostenuto da Banco Alimentare per il recupero e la distribuzione di 500gr di alimenti, corrispondenti a un pasto.

viakal

Per maggiori informazioni vai su www.viakal.it

Per donazioni dirette vai su www.bancoalimentare.it

Lascia un commento *Testo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

QUESTO NATALE RICEVI CIÒ CHE VERAMENTE DESIDERI!

Dopo anni di regali sbagliati, è arrivato l’ora di prendere in mano la situazione! Ecco come aiutare i tuoi cari a farti finalmente il dono giusto.

NATALE IN ROSA, È UN’ALTRA COSA

Sostieni la lotta ai tumori con i regali solidali di Susan G. Komen Italia. Perché questo Natale anche un piccolo dono può essere di grande aiuto