GLI STILISTI, COME FANNO A CREARE NUOVE TENDENZE?

GLI STILISTI, COME FANNO A CREARE NUOVE TENDENZE?

Arte, musica e ricordi: l'ispirazione nasce sempre dall'osservazione.

A volte può essere un quadro. Oppure una mostra. O un luogo, una vacanza, un ricordo. Eh sì care ragazze anche un piccolo dettaglio può scatenare la fantasia creativa di uno stilista!
I colori, le atmosfere, persino gli odori di un luogo, possono evocare nel loro animo ultrasensibile qualcosa che susciti l'estro creativo. E allora vai di matita, pastelli, schizzi per fermare quell'immagine, afferrare l'ispirazione e portare immediatamente su carta quello che potrà essere il leit motiv della prossima collezione.

E poi nelle mani, negli occhi e nella mente dello stilista e del suo staff, l'ispirazione prende vita, tra gessetti, tagli, imbastiture, cartamodelli, proprio come in un atelier, anche se poi, per quanto riguarda il prêt-à-porter, i vestiti verranno prodotti su scala industriale.

Prima però ci sono tutte le fasi che precedono non solo la produzione, ma anche la sfilata. Una volta trovata l'ispirazione, gli stilisti "studiano" a fondo l'argomento. Che sia uno scultore, una città, un paesaggio, approfondiscono il tema da molti punti di vista. Inutile dire che i colori hanno un ruolo fondamentale, così come le suggestioni date dalla luce.

Tra i pittori preferiti, infatti, ecco i veri cultori delle pennellate: Rothko e Mondrian i più citati, ma poi artisti come Andy Wharol per la sua carica espressiva prorompente, così come gli impressionisti per i loro paesaggi fioriti. "Fiori di primavera? Avanguardia pura!" diceva ironica Meryl Streep intepretando Anna Wintour nel film "Il diavolo veste Prada". Ma checché ne pensi la temuta direttrice di Vogue America, le stampe di fiori sono un grande passe-partout! La moda esotica, poi, deve sempre molto a Gauguin.

A ispirare possono essere però anche gruppi rock (Beatles anni ’60? Super citati!), attrici (Jane Fonda in "Barbarella": un cult!), film, romanzi, uno tra tutti? Anna Karenina, la romantica dama russa resta un'icona della fashion invernale. E che dire di Rita Hayworth, Marylin Monroe o la mitica Audrey Hepburn in "Colazione da Tiffany" o Grace Kelly. Tutte donne che sono nell'immaginario degli stilisti così come della gente comune.

È vero che a volte i designer vanno ad inventarsi non so cosa pur di stupire… ma di solito quando sono troppo "concettuali" le collezioni non hanno grande successo. Meglio tarare l'ispirazione sulle potenziali clienti! Non credete?

 

Lascia un commento *Testo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

LASCIATI AVVOLGERE DALLO STILE QUESTO INVERNO

4 look per essere chic con i tessuti e i capi invernali. Provali tutti e per mantenerli belli e nuovi a lungo, conta sempre su Lenor!

VESTITI PER LE FESTE: I 7 SEGRETI DA CONOSCERE

Dai tessuti agli accessori, ecco una guida pratica per scegliere il look che ti fa sentire a tuo agio e apparire chic agli occhi degli altri!