I FILM CHE HANNO FATTO LA MODA.

I FILM CHE HANNO FATTO LA MODA.

Qualche volta il cinema ha ispirato lo stile, qualche volta il contrario. Ecco un breve viaggio nella storia del costume e dei costumi.

C’è bisogno di ricordarlo? Il film che più si "lega" alla Moda, il più citato, il più celebrato, il più saccheggiato è senza dubbio Colazione da Tiffany. Indimenticabile Audrey Hepburn, caffè e croissant in mano, davanti alla vetrina della gioielleria Tiffany, nella quinta strada di New York, all'alba, con il suo leggendario vestito nero, lungo, semplice, ma di gran classe, firmato Hubert De Givenchy. Un mito inossidabile. E sempre quel film consacra il "little black dress", ovvero il tubino nero passepartout, che ritroviamo da allora in ogni collezione, anche oggi.

Alternativa valida? L'abitino anni '50 con bustino stretto sino in vita e gonna a ruota, sinonimo del celebre New Look di Christian Dior. Magnifica interprete ne è Grace Kelly, a quell'epoca ancora attrice, prima di sposare il principe Ranieri di Monaco e diventare sovrana del Principato.
Elegantissima e super raffinata in La Finestra sul Cortile di Hitchcock, tutta abiti bon ton e perle, fa un apparizione mozzafiato con un vestito dal bustino nero e gonna a ruota in tulle bianco. Certo bisogna avere il fisico.
Stesso dicasi per Caccia al ladro e Il Cigno, la splendida principessa bionda è sempre stata un simbolo di eleganza.

Più indietro nel tempo, l'icona del maschile al femminile era stata Katherine Hepburn, nei suoi tailleur con pantaloni ampi, usati anche da altre due dive un po' androgine come Marlene Dietrich, nel celebre Angelo Azzurro e Greta Garbo, la Divina.

Stesso stile, in versione anni '80 (e vai con le spalline a go go!) per Melanie Griffith in Una Donna in Carriera, pellicola che celebra la metamorfosi di una semplice ragazza ad ambiziosa protagonista della finanza.

Solo femminilità allo stato puro invece per Mia Farrow in Il Grande Gatsby (1974), dove l'etera attrice americana sfoggia un sofisticato guardaroba anni '20, con abiti a vita bassa, frange ricami e gioielli déco.

Siamo invece ancora nel repertorio del cinema americano anni '80 con La Mia Africa, tratto dal romanzo di Karen Blixen (protagonista maschile ancora Robert Redford, interprete anche del Grande Gatsby, prima del Di Caprio versione 2000) dove l'eclettica Meryl Streep interpreta al meglio lo stile "esploratrice" in bianco e caki, con tanto di pantaloni alla cavallerizza e cappelli in paglia, molto ricercato.
Da sempre il grande cinema ispira la moda e viceversa, orgoglio italiano in questo campo è la nostra costumista Milena Canonero, che ha vinto più Oscar, l'ultimo per i mirabolanti abiti dello strepitoso film The Grand Budapest Hotel.
Lascia un commento *Testo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community
  • Mostra commenti

Film che hanno fatto la moda

23/11/2015

Senz'altro Audrey Hepburn rimane la migliore. Il suo stile è stato impeccabile anche fuori dal set. Il film è indimenticabile, sia per l'ambientazione, la recitazione e soprattutto la musica.

film icone

09/11/2015

e che dire di via col vento?? che forza la protagonista... non si perde d'animo mai anche nei momenti difficili.

LA SCIARPA: 5 MODI DIVERSI DI INDOSSARLA

Segui i nostri consigli su come indossare l’accessorio più amato in inverno e darle quel tocco di fragranza che dura tutto il giorno con Lenor.

VESTITI PER LE FESTE: I 7 SEGRETI DA CONOSCERE

Dai tessuti agli accessori, ecco una guida pratica per scegliere il look che ti fa sentire a tuo agio e apparire chic agli occhi degli altri!

Olaz Regenerist Anti-Età 3 Zone

Pelle ravvivata, elastica e dall'aspetto più giovane*