IL CAPPOTTO PERFETTO, ANCHE QUANDO LA TAGLIA NON LO È.

IL CAPPOTTO PERFETTO, ANCHE QUANDO LA TAGLIA NON LO È.

Idee per coprirsi, ma senza nascondersi.

Beate le conservatrici. Quelle che "Non si sa mai", "Non riesco a darlo via", "Sono affezionata", "Me l’ha regalato la mamma" e via discorrendo conservano tutto (ma dove lo trovano lo spazio? È la domanda!). E poi, in effetti, tutto torna, eccome se torna. Parliamo del cappotto. Chi non ha avuto nell’armadio il classico paltò cammello, forma a vestaglia, revers sciallati, cintura in vita. Morbido, caldo, avvolgente. È lui il più trendy per l’inverno. Ideale da mattina a sera, per ogni tipo di donna: piccola, alta, bionda, mora, rossa, magra e tondetta! È un passe par tout che rinnova il suo fascino e garantisce praticità e calduccio. Può essere corto al ginocchio, o lungo a metà polpaccio, va sui pantaloni maschili, ampi, ma anche sulla gonna longuette, sul tubino al ginocchio, e, se ben accessoriato, è perfetto anche per una prima teatrale, un cocktail, una cena. Bastano un voluttuoso collo in pelo (ecologico!) maculato, una stola, o un foulard in seta a renderlo sofisticato.

Più giovane e scattante il cappottino caramello: è corto, dritto, con chiusura nascosta (grandi automatici a pressione), senza collo, a lasciar intravedere la dolcevita.

Sempre sulla scia del revival ecco anche i cappottini tondeggianti a uovo, perfetti per celare qualche rotondità sul giro vita (ahimè dopo i 50 ci arrotondiamo proprio negli stessi punti degli uomini) e resi meno sdolcinati dall’uso dei tessuti maschili. Spinato, pied de poule, Principe di Galles, tweed, preferibilmente bianco/nero o grigio, altro colore che caratterizza la stagione fredda, in tutte le sue sfumature, anche in versione maglia. Per chi abita al sud e non ha inverni rigidi, al posto del paltò si potrà scegliere il cardigan oversize, stracoccoloso!

Chi invece teme gelo, vento e neve quest’anno ha un alleato in più: il pelouche. Anche qui torniamo indietro nel tempo, vi ricordate il mitico tessuto “orsetto”? Eccolo di nuovo alla ribalta, e non solo nel classico color caffellatte, ma anche in rosa, celeste, grigio perla, per chi non ha paura di osare e ama sorridere alla vita, anche con un giaccone informale, divertente, ideale sugli amati jeans.

Esplorate tutte queste possibilità cromatiche è ovvio che il caro, rassicurante, elegante nero è sempre attuale e irrinunciabile. Divisa di donne talmente impegnate sul lavoro, da non potersi permettere troppe indecisioni sul look, è comunque un caposaldo di classe e raffinatezza.
Nessun limite a foggia, lunghezza, ampiezza. Unica regola l’armonia con il proprio fisico, quindi non maxi se non si è alte e longilinee, non ampio se si è morbide, non impero se si ha un seno importante. Specchio e autocritica ragazze per mostrare sempre il meglio di sé, anche dal punto di vista fashion.
maxfactor_banner_nell_articolo
Lascia un commento *Testo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

LA SCIARPA: 5 MODI DIVERSI DI INDOSSARLA

Segui i nostri consigli su come indossare l’accessorio più amato in inverno e darle quel tocco di fragranza che dura tutto il giorno con Lenor.

VESTITI PER LE FESTE: I 7 SEGRETI DA CONOSCERE

Dai tessuti agli accessori, ecco una guida pratica per scegliere il look che ti fa sentire a tuo agio e apparire chic agli occhi degli altri!

Olaz Regenerist Anti-Età 3 Zone

Pelle ravvivata, elastica e dall'aspetto più giovane*