DIMMI QUANTI ANNI HAI E TI DIRÒ DA DOVE VIENI.

DIMMI QUANTI ANNI HAI E TI DIRÒ DA DOVE VIENI.

Popolazioni sane e longeve. C'è un trucco? Scopriamolo!

"Uno studio condotto da ricercatori della Stanford University e dell'Università della California, porta alla conclusione che vivere a lungo non dipende semplicemente dal nostro DNA. Non esiste alcun magico gene che permette agli esseri umani di raggiungere, e qualche volta superare, il traguardo dei 110 anni.

Nel mondo sono in tutto 74 gli individui che hanno superato i 110 anni di età, e qui da noi? Il primato va a una signora di ben 115 anni, ma nel nostro Paese il totale degli ultra centenari arriva a più di 16.000. Quello che gli scienziati ipotizzano è che il DNA incida sulla durata della vita per il 20-30% circa, e che nelle famiglie con una spiccata longevità questa percentuale sia persino più alta, dato che i figli dei centenari vivono oltre la media.

Ma a chi va il primato di popolo più sano e più di lunga vita? Agli Hunza, che abitano nel nord del Pakistan, in una valle ai piedi dell'Himalaya: mediamente vivono 130-140 anni e non soffrono di nessuna malattia particolare (e non ne muoiono), tantomeno di quelle che affliggono noi occidentali, dai tumori alle malattie cardiovascolari.

Gli Hunza sono seguiti a ruota (secondo un'inchiesta del National Geographic) dagli abitanti della valle di Vilcabamba nell'Equador, da quelli che risiedono nell'Abkhazia, sulle montagne del Caucaso, e da un quarto popolo che risiede sulle isole Okinawa in Giappone.

Che cosa unisce queste popolazioni? Certamente non il DNA e non l'ambiente. Sicuramente il tipo di alimentazione e soprattutto lo stile di vita.

I più ""vecchi"", gli Hunza, di che cosa si nutrono? Dei frutti della loro terra (orzo, frumento, miglio, grano saraceno, pomodori, cavoli, spinaci, rape, piselli, noci e albicocche, ciliegie, more, pesche, pere e melograni), di poca carne e di lunghi digiuni, nei mesi in cui la natura è improduttiva; in quel periodo li aiuta la loro acqua, alcalina, dal forte potere antiossidante, ricca di minerali. E analizzando l'alimentazione degli altri popoli, si trovano importanti analogie.

Un altro fattore che li accomuna è l'attività fisica forte e costante (gli Hunza sono sempre in movimento, possono tranquillamente fare 200 km in un giorno a piedi senza stancarsi anche nei periodi di digiuno che, al contrario di ciò che si possa credere, fornisce loro un'inesauribile energia) e, non ultime, la qualità delle relazioni con il prossimo, basate su amore e solidarietà, e una spiritualità profonda.
In conclusione, con una vita semplice l'uomo può vivere tranquillamente oltre i cento anni mantenendo la salute fino agli ultimi istanti della sua vita. Potremo mai farcela?"
Lascia un commento *Testo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

LE PIÙ BELLE CITTÀ EUROPEE PER TE E LE TUE AMICHE

Con Victoria, potresti vincere un viaggio in alcune delle più belle capitali europee, allora partecipa e vola!

FARESTI MAI UNA VACANZA DI DUE MESI?

Se hai i figli grandi, è arrivato il momento di prenderti quella vacanza che hai sempre sognato. Comincia a pianificarla oggi, grazie ai nostri consigli!