GREGORIO, IL RAGAZZO D’ORO!

GREGORIO, IL RAGAZZO D’ORO!

Paltrinieri, vero fenomeno acquatico, il campione olimpico che ha conquistato innumerevoli podi, nuotata dopo nuotata, fino all’oro di Rio.

Come ha detto lo statunitense Micheal Phelps, il più titolato nuotatore del mondo, “la sua nuotata è incredibile…”. Questo è stato infatti il suo commento alla vittoria di Gregorio.

E davvero è incredibile. Se avete seguito Gregorio Paltrinieri nella sua ultima performance di Rio, sarete rimaste a bocca aperta come noi. Sfolgorante la sua medaglia d’oro per i 1500 m in stile libero, senza contare poi che è andato vicinissimo a battere il record del mondo che, come ha sempre detto Phelps, è difficile da battere. (Mi sa che Gregorio vuole proprio batterlo invece).

Questo splendido giovane, 22 anni proprio a settembre, si è conquistato gli onori mondiali, bracciata dopo bracciata, fin dagli esordi a Shanghai. Una calma olimpica e la consapevolezza della propria forza hanno spinto Gregorio a collezionare medaglie e podi (come a Londra quattro anni fa), fino all’ultimo oro olimpico appunto in Brasile.

Sarà che, con gli anni, ci commuoviamo più facilmente, ma alla premiazione una lacrima ci è sfuggita, soprattutto pensando a quanto doveva essere orgogliosa la famiglia e la mamma Lorena Boccaletti.

Pare che sia stata un’emozione incontenibile, come lei stessa ha raccontato a noi di Victoria in un’intervista di cui vi diamo un’anticipazione: “Per noi è stata una giornata interminabile perché per la tensione ci siamo alzati presto la mattina e non arrivava mai il momento della gara. Gregorio l’ha vissuta tranquillamente invece, un po’ stressato ma tranquillo, ed è riuscito a tenere a bada le emozioni e a concentrarsi.

Sin dalle prime vasche ho visto che Gregorio aveva preso un bel ritmo ed ho capito che questa volta poteva coronare il suo sogno, ma ho vissuto comunque tutta la gara in apnea, per tutte le trenta vasche!” (L’intervista completa uscirà sul numero di ottobre della nostra Rivista leggete qui per sapere come fare a riceverla gratuitamente)

Dunque, a nome delle mamme, delle nonne, e non solo: grazie Gregorio! per questa gioia, motivo di orgoglio per tutti. Anche per noi di Victoria. Grazie anche a tutti gli incomparabili atleti che hanno arricchito il medagliere italiano, visto che risplende con ben 28 medaglie, tra ori argenti e bronzi. Proprio come era successo a Londra nel 2012, anche a Rio si è ripetuta la magia delle nostre squadre olimpiche. Siamo tra i primi 10 Paesi al mondo più premiati, siamo tra i giganti dello sport, noi un Paese non così popoloso!

Dunque bravi bravi, bravi a tutti i campioni, bravi gli allenatori, bravi i sostenitori, soprattutto le mamme che, come si sa, giocano sempre dietro le quinte ma non mollano mai.

Già che ci siamo, ne approfittiamo per lanciare, a nome di tutta la redazione, il nostro “in bocca al lupo” (più “crepi il lupo”) agli atleti italiani che parteciperanno alle para Olimpiadi. Siamo sicure che anche le vostre voci si uniranno alle nostre nel sostenerli!

Volete saperne di più sulla storia di Gregorio? Cliccate qui per vedere il video racconto di mamma Lorena!

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

MINDFULNESS O L’ARTE DI GODERSI OGNI MOMENTO

Yoga, pilates, meditazione e adesso Mindfulness. Ecco di cosa parleremo oggi! Scopri di più riguardo alla Mindfulness.

PANTENE ED IL PROGETTO "FORZA È BELLEZZA"

Pantene collabora di nuovo al progetto "Forza è bellezza", per combattere la caduta dei capelli provocata dai trattamenti chemioterapici.