L'"EGO", UN PROBLEMA CHE POSSIAMO CONTROLLARE

L'

Quando capirai che un ego mal orientato è la causa di molte discussioni o contrattempi personali che vivi ogni giorno, comprenderai che bisogna svincolarsene. Guarda come!

"Tagli e dai forma ai tuoi capelli, ma quasi sempre ti dimentichi di ritagliare e rimodellare il tuo ego" diceva Albert Einstein. E quanta ragione aveva! Ma attenzione, l'ego non sempre è negativo se impariamo a controllarlo; di seguito ti suggeriamo sette passi per farlo!

 

Poco tempo fa andai ad una lezione di meditazione con le mie amiche, tanto per provare.  Ed in verità quello che meno abbiamo fatto è stato meditare.  In un'ora e mezza il professore ci parlò di uno dei problemi più grandi del XXI secolo: l'ego, e di come trattarlo con compassione.  Fu in quella classe che capii che molti dei problemi di coppia che ho avuto durante la mia vita li ho "causati" io stessa per motivi di ego.  Frasi come "non mi apprezzi, non ti rendi conto di tutto quello che faccio per te, mi sento sola, non mi hai detto neanche grazie"; quei "sentirti di meno", l'insicurezza e gli attacchi o le reazioni sproporzionate di rabbia di fronte a cose non tanto gravi hanno una diagnosi chiara: l'ego. 

 

Siamo cresciute con "a pensar male ci s'indovina", vedendo il lato oscuro delle cose e dando per assodato che è nella natura dell'essere umano comportarsi male.  Incoscientemente ci aggiungiamo alla massa, accettando la nostra "malvagità" e di conseguenza quella del nostro partner; e che succede? Che alla fine siamo diffidenti, ci difendiamo (da qualcosa che a volte neanche esiste) attaccando, e scateniamo un attacco in risposta.  Nel mio caso, essendo sincera con me stessa, è tutto molto vero.

 

Mi sembrò un discorso così interessante che ho pensato che sarebbe un buon argomento da discutere qui.  Quindi vi racconterò un po' come si può evitare che l'ego prenda il controllo, e se vi piace ci sono migliaia di libri che vi aiuteranno ad essere più felici.

 

Cos'è l'ego

 

L'ego è l'io esagerato, per così dire.  L'ego "negativo" è l'io che cerca di mettere in evidenza la sua individualità disprezzando gli altri, dominandoli, prendendo tutto per sé, ed addirittura facendo del male.

 

Una delle sue caratteristiche è la paura.  La paura di non essere amati, di non essere accettati, di non essere integrati, del futuro, di quello che potrà succedere.  Agiamo con l'ego quando siamo tesi di fronte agli altri, perché significa che stiamo (in qualche modo) difendendoci, proteggendoci o costruendo delle armature (ti suona familiare nei tuoi litigi?)

 

Un'altra caratteristica dell'ego è l'avidità, il desiderio.  La sensazione costante che manchi qualcosa.  E su questo si basa la nostra cultura attuale, il consumismo è questo.  La maggior parte di noi non lo sa, ma l'ego influisce quotidianamente sulle nostre relazioni personali e lavorative.  Proprio così, "l'egoismo è una attitudine che soddisfa l'ego e che rifiuta la compassione, l'amore.  Per questo un egoista non percepisce la sofferenza degli altri come sua, non li compatisce".

 

Ego positivo

Che bisogna fare quindi per combattere questo ego? Essere onorevoli, sinceri ed onesti.  Agire con amore e compassione e con generosità.  Non è uno scherzo e non sono un libro di auto-aiuto, è la verità: per utilizzare l'ego di forma positiva bisogna approfondire l'auto-conoscimento e l'intelligenza emozionale.  Come dire, si tratta di conoscere le nostre capacità ed abilità (così come le nostre debolezze) e di ascoltare e comprendere gli altri.

 

7 passi per controllare il tuo ego ed essere felice

Ecco qui sette consigli per aiutarti ad evitare la parte negativa dell'ego.  Prendi nota! (leggendo ti accorgerai che, di sicuro, fai molti di queste cose di frequente)

 

1. Non sentirti offesa

Se cerchi un'occasione per sentirti offesa, la incontrerai ogni tre per due... è il tuo ego in piena azione!  Ma "ciò che ti offende contribuisce solo a debilitarti".  Sentirsi offesi crea la stessa energia distruttiva che ti ha offeso e porta all'attacco, al contrattacco e alla guerra... come si suol dire:  "non ti offendere, male non fare, paura non avere".

 

2. Liberati dalla necessità di vincere

Vincere è sempre una tensione innecessaria. Perché? Perché, in ultima istanza, è impossibile vincere sempre.  E se ti dedichi a fare classifiche tra vincitori e perdenti, ci sarà sempre qualcuno più rapido, più giovane, più forte, più furbo e con più fortuna di te, e ti sentirai "insignificante e spregevole" Tu non sei le tue vittorie.  

 

Goditi tutto senza necessità di vincere un trofeo.  Vivi in pace e le vittorie arriveranno nella tua vita man mano che smetterai di corrergli appresso.

 

3. Liberati dalla necessità di avere ragione

Ho visto come finiscono relazioni meravigliose per la necessità di alcune persone di avere sempre ragione.  Ma è l'ego che ha bisogno di avere ragione, non tu.  Il tuo io reale è buono, affettuoso e aperto, libero da ira, risentimento e amarezza.  Non essere schiava del tuo ego e aiutati ad essere felice. 

 

4. Liberati dalla necessità di essere superiore

La vera nobiltà non ha nulla a che vedere con l'essere migliore degli altri.  Si tratta di essere migliore di quello che eri prima, se vuoi competere con qualcuno, competi contro te stessa in una corsa ai valori.  Concentrati sulla tua crescita, essendo sempre cosciente del fatto che non c'è nessuno migliore di nessun altro in questo pianeta (per questo è importante smettere di giudicare gli altri in base al loro aspetto, i loro successi o proprietà; quando proietti sentimenti di superiorità questo è quello che ti tornerà indietro).

 

5. Liberati dalla necessità di avere di più

Il mantra dell'ego è "più".  E non ti ingannare: in realtà abbiamo bisogno di molto poco per sentirci soddisfatti ed in pace. 

 

6. Liberati dalla necessità di identificarti con i tuoi successi

Non sei il tuo corpo ed i tuoi successi. Sei più di questo, molto di più. Sii riconoscente per le capacità che ti sono state concesse e la motivazione con cui hai raggiunto i tuoi obiettivi rendendo grazie per questo alla vita. 

 

7. Liberati della tua fama

La fama che hai non è localizzata in te, ma nella mente degli altri e, di conseguenza, non hai nessun controllo su di essa. "Fai del bene senza preoccuparti di chi lo riceve", e accetta la responsabilità di ciò che risiede in te: il tuo carattere.  Lascia che gli altri discutano della tua fama, non ha nulla a che vedere con te!

 

Che pensi? Ti è piaciuto questo articolo? Non vediamo l'ora di leggere i tuoi commenti! Victoria e P&G vogliono che tu sia felice, per questo mettono a tua disposizione questi contenuti.  Se ci sono degli argomenti di cui vorresti parlare, o che vuoi che affrontiamo, scrivici!

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni
  • Mostra commenti

Ego e fede

Manuela 14/08/2018

Si, è necessario porsi umili e piccoli di fronte al mondo, ma grandi nell'essere figli e chiamare Padre ogni giorno, certi di essere unici nell' Amato e universali nell'amare. Mt18,1-5.10 «Chi dunque è il più grande nel regno dei cieli?». Allora Gesù chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. (...)

MASSAGGIO AL VISO “STEP-BY-STEP” PRIMA DI DORMIRE

Ti va di provare questo massaggio al viso prima di andare a dormire? Vedrai come ti aiuta ad alleviare lo stress ed a riposare meglio, soprattutto se lo abbini ad alcuni esercizi di rilassamento!

SOLLIEVO DALLA SCIATICA CON QUESTI 5 ESERCIZI

Il dolore di sciatica può renderti la giornata insopportabile. Ma è dimostrato che con degli esercizi costanti puoi ridurre il tuo malessere. Questi sono 5 esercizi semplici che ti daranno sollievo e ti

AZ 3D WHITE

Rimuove fino al 100% delle macchie* in 3 giorni