LE DONNE CHE HANNO VINTO GLI OSCAR NELLA STORIA

LE DONNE CHE HANNO VINTO GLI OSCAR NELLA STORIA

Una storia femminile, ecco i premi alle migliori attrici (protagonista e non). Qualcuna di loro è entrata nella leggenda.

And the winner is… Janet Gaynor!”, la prima in assoluto a vincere l'Oscar come migliore attrice nel 1929, anno di nascita del premio, che diventerà nota al grande pubblico nel 1937, con il film “È Nata Una Stella”. E, da allora, è stato un rincorrersi di volti più o meno noti sul palco dei diversi teatri di Hollywood che hanno ospitato la cerimonia. Da non dimenticare anche chi ha vinto nella categoria “attrice non protagonista”, a volte delle quasi totali sconosciute che nel giro di pochi anni sono diventate le nostre beniamine. Un esempio su tutte? Angelina Jolie, nel 2000, per il film “Ragazze Interrotte”, in cui dà una magistrale interpretazione di una giovane problematica.

E curiosando qua e là sul web, è divertente scoprire un po’ di “numeri”: sapete chi è l'attrice che ha vinto più Oscar e non è ancora stata eguagliata? Katharine Hepburn, con 4 statuette. La prima nel 1934, a soli 27 anni con “La Gloria del Mattino”, poi nel 1968 con “Indovina Chi Viene a Cena?”, nel 1969 con “Il Leone d'Inverno” e l'ultima nel 1982, a ben 75 anni, per la superba interpretazione di Ethel in “Sul Lago Dorato”.

Tre non li ha vinti mai nessuna, mentre a quota due troviamo 12 attrici del calibro di Elizabeth Taylor, Meryl Streep, Ingrid Bergman, Bette Davis, Vivien Leigh, Jane Fonda, Jodie Foster…

L'unica italiana a vincere l'Oscar è stata Sophia Loren nel 1962, protagonista di “La Ciociara”, diretto da Vittorio De Sica.

Il record delle nomination spetta invece a Meryl Streep, ben 19 come attrice protagonista e non, che le hanno fruttato in tutto 3 statuette.

E la più giovane donna a vincere il premio? Tatum O' Neal (nel 1974 come “attrice non protagonista”), una ragazzina di 11 anni che in “Paper Moon” interpretava la figlia di suo padre (proprio il suo vero papà, Ryan, l'indimenticabile Barrett Oliver di “Love Story”, cult degli anni '70: ricordo ancora i fiumi di lacrime…).

E il 2016?

La magica notte degli Oscar che si è appena conclusa, ha visto trionfare la giovanissima Brie Larson, 26 anni, alla sua prima nomination trasformata in statuetta! Avvolta in un femminilissimo abito blu cobalto di Gucci, è salita sul palco del Kodak Theatre grazie alla grande interpretazione fornita in Room”, che racconta di una donna rapita e chiusa in una stanza dove vivrà per anni insieme al suo bambino.

Migliore “attrice non protagonista” è stata invece proclamata Alicia Vikander, sul red carpet con un abito di Louis Vuitton, per The Danish Girl”.

Il film vincitore è “Il Caso Spotlight”, la cronaca di un'inchiesta sulla pedofilia clericale negli Stati Uniti culminata in una pubblica denuncia nel 2012. Mentre come “migliore attore protagonista” ce l'ha finalmente fatta Leonardo Di Caprio, 41 anni, per l'incredibile e faticosa parte in “Revenant” (film favorito per vincere l'Oscar) alla sua prima agognata statuetta, a 19 anni dall'interpretazione di Jack in “Titanic”, pellicola del 1997che lo ha fatto conoscere al pubblico di tutto il mondo.

E last but not least, l'evergreen Ennio Morricone, 87 anni, ha vinto il premio Oscar per la “miglior colonna sonora” per il film “The Hateful Eight” del mitico Quentin Tarantino.

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni
  • Mostra commenti

Splendido firmamento

Marylon 05/03/2016

Bettie Davis la sto conoscendo ora , grazie ad una serie televisiva di film datati intitolata 'Un sogno in bianco e nero' e magistralmente condotta dall'esperto di Cinema Joe Denti. Intensa, strepitosa! E che dire della Bergman e della Taylor ed ancora della Streep e della Loren ? Anche loro meravigliose. Magnifico firmamento femminile.

PROFUMO DI RICORDI, UN VIAGGIO NEL PASSATO

Risulta incomprensibile il modo in cui la mente associa gli odori ai ricordi, ma succede! Gli odori, infatti, ci riportano a momenti speciali della nostra vita.

PANTENE ED IL PROGETTO "FORZA È BELLEZZA"

Pantene collabora di nuovo al progetto "Forza è bellezza", per combattere la caduta dei capelli provocata dai trattamenti chemioterapici.