LE PAROLE PIÙ BELLE IN ITALIANO

LE PAROLE PIÙ BELLE IN ITALIANO

Per scoprire quanto è straordinaria la nostra lingua, basta ascoltarla. Tra le migliaia di parole possibili eccole alcune, e voi quali scegliereste?

L’italiano è una lingua musicale. Ce lo dicono gli stranieri che quando ci ascoltano, hanno il sorriso sulla bocca, ci fate caso? Noi, ovviamente, abituati a sentirla, siamo poco consapevoli del suo incredibile fascino. Pensate, l’italiano è al terzo posto tra le lingue più insegnate, anche se non è utile. Insomma, piace e basta. Cioè dà piacere. Sarà perché è una lingua che balla, che canta, tanto è vero che è detta del bel canto. Lirica appunto e non solo per l’Opera. Una volta un insegnante americano mi ha detto: “Un italiano, potrebbe anche solo parlare di quando va a buttare la pattumiera e, a me, sembrerebbe una cosa bellissima…” Gli ho risposto, ridendo, che per fortuna parliamo anche di altro. E tanto! Secondo me però sono i poeti e gli scrittori quelli che sciorinano (sciorinano? Ditemi se non è una bella parola questa…) i vocaboli più misteriosi che ci affascinano. E, poi, ci sono quelle parole dialettali, piene di anima e di colore. Se ci fermiamo ad ascoltarle, ci meravigliano sempre.
Dunque in redazione abbiamo fatto, tra di noi, un toto parole, tra quelle più danzanti, più sonore e gradevoli anche un po’particolari. Ci siamo limitate a 10, una fatica… Ce ne sono talmente tante! Questa è la nostra lista, perché non provate a fare la vostra?

Ciao: suono dolce e allegro (lo usano ormai quasi in tutto il mondo).

Icastico: sta per incisivo, fortemente espressivo (il suono è tagliente, asciutto, non è vero?).

Impetuoso: sembra quasi di vedere il significato di questa parola. È come un’onda incontrollata.

Luculliano: quante elle, così generoso, abbondante.

Malmostoso: significa scontroso e ingrugnato. (Ha il suono di un lamento, o no?).

Resipiscente: chi si ravvede dai propri errori (parola poco usata, bella però!).

Sciamannato: disordinato, trasandato (provate a usarla ogni tanto!).

Smargiasso: persona che si vanta di capacità o imprese inventate. (È così visiva!).

Struggente: tra desiderio e tomento. (Parola molto intensa e densa di significati).

Trasecolare: rimanere sbalordito e sconcertato. (Divertente il suono e l’effetto, che dite?)

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni
  • Mostra commenti

Il piacere di leggere Victoria

Mirella 21/11/2015

E' sempre un piacere ricevere la vostra rivista; mi dà forza, entusiasmo e voglia di fare ... ancor prima di aprire la prima pagina, perchè so già che lì dentro troverò delle amiche che, con i loro consigli e racconti, mi faranno sentire giovane e importante! Grazie a tutte voi! A presto! Mirella

LA BELLEZZA: UN FARO DI FRONTE ALLA MALATTIA

Laura Campanello è filosofa, consulente pedagogica e addirittura motociclista. Collabora con 27esimaora.corriere.it con piccoli esercizi di felicità. Il suo ultimo libro? “Leggerezza”. Oggi ci parla

SUCCESSO NELLA 2ª EDIZIONE DI “FORZA È BELLEZZA”

Grazie a tutte voi che avete acquistato un balsamo Pantene nei negozi Acqua & Sapone*, abbiamo potuto donare 400 sessioni di trattamento con Dignicap, il rivoluzionario casco che, durante la chemioterapia,

AZ 3D White Luxe

Rimuove il 90% delle macchie in 5 giorni