RIACCENDERE DI BIANCO IL SORRISO , SI PUÒ?

RIACCENDERE DI BIANCO IL SORRISO , SI PUÒ?

Se un modo o un segreto c’è, allora chiediamolo a una vera esperta: la dottoressa, Stefania Barbieri, Igienista Dentale, fondatrice di DentalHygieneOnline.com e autrice del blog www.stefaniabarbieri.com.

Se un modo o un segreto c’è, allora chiediamolo a una vera esperta: la dottoressa, Stefania Barbieri, Igienista Dentale, fondatrice di DentalHygieneOnline.com e autrice del blog www.stefaniabarbieri.com.

Come mai negli anni lo smalto dei denti tende a perdere il suo colore bianco?

I denti sono fatti di tessuto e, come tutti i tessuti dell’organismo, sono esposti a un processo di usura e deterioramento. Il bianco naturale dei denti è dato dallo spessore degli strati di smalto. Il processo di invecchiamento tende a consumare gli strati più esterni dello smalto, che così farà intravedere il giallo della dentina sottostante. 

Il bianco dei denti è anche una questione genetica?

La genetica è importante nella predisposizione ad avere denti bianchi, ma da sola non è sufficiente a realizzare questa condizione. 

È vero che lo smalto può rigenerarsi?

A differenza degli altri tessuti del corpo, lo smalto dentario è uno dei pochissimi che non si può rigenerare. Esistono però sistemi capaci di riparare le zone di smalto sottoposte ad usura, mediante l’apposizione di speciali materiali ad uso odontoiatrico: resine composite, faccette estetiche, protesi, etc. 

Per preservare il bianco dei denti meglio evitare il fumo e ridurre tè e caffè: ma se non si riuscisse a smettere cosa consiglia di fare dopo?

Affinché i pigmenti di queste sostanze cromogene non aderiscano alla superficie dentale, è necessario lucidare al meglio tutte le superfici dentali. Una superficie più liscia comporta una minore forza adesiva alla placca batterica e ai pigmenti scuri. Mediante l’utilizzo dello spazzolino elettrico questo passaggio viene semplificato e consente di ottenere risultati eccellenti nel mantenimento del bianco dei denti. 

Bere a digiuno acqua calda e limone è un’abitudine diffusa. Ma è vero che intacca lo smalto dei denti e cosa possiamo fare?

Il limone è una sostanza acida e pertanto determina un abbassamento del pH salivare. Questa condizione determina una parziale demineralizzazione dello smalto, ovvero la perdita di sostanza dura dello smalto che induce un indebolimento della struttura esterna del dente, rendendolo più vulnerabile agli attacchi acidi. Pertanto, se si assume acqua e limone, è necessario attendere circa 30 minuti prima di spazzolare i denti, per dare il tempo alla saliva di ripristinare valori di pH ottimali. 

Bite e penne sbiancanti ci vengono propinate, sui canali social e in TV, come soluzioni per ridare bianco ai denti. Lei le consiglia?

Gli unici sbiancanti che funzionano sono i sistemi professionali che vengono eseguiti in studio da personale specializzato; gli sbiancanti commerciali, che vengono proposti al pubblico, riescono a generare un blando effetto ottico, che in genere lascia delusi i consumatori. 

Riguardo alla routine quotidiana: il bianco dei denti dipende anche dallo spazzolino che si usa e quale scegliere?

Per ottimi risultati consiglio l’uso di spazzolini elettrici a tecnologia roto- oscillante, che producendo più movimenti nell’unità di tempo riescono a ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. 

Oral-B Genius è dotato di tecnologia roto-oscillante, un rilevatore di posizione che aiuta a non trascurare nessun’area della bocca e sistema di controllo della pressione. Provalo con la testina Oral-B 3D White: la speciale coppetta lucidante rimuove delicatamente le macchie superficiali per un effetto più bianco. Trovi tutte le testine Oral-B da Acqua&Sapone! 

E quale dentifricio consiglia?

Ne esistono moltissimi per mantenere il bianco naturale. Uno dei miei favoriti è AZ 3D White Luxe, capace di proteggere lo smalto e mantenerlo lucido. Il suo meccanismo d’azione sbiancante avviene grazie alla presenza di microsfere solubili, che rilasciano sulla superficie dei denti una “patina” capace di prevenire la formazione di nuove macchie sulla superficie dello smalto. 

Cos’è l’acceleratore e come funziona?

L’acceleratore AZ 3D White Luxe è un trattamento sbiancante intensivo da associare tutti i giorni al dentifricio AZ 3D White Luxe. Consente di potenziare l’effetto sbiancante del dentifricio, mantenendo i denti più lisci e bianchi. 

Ti è piaciuto quest’articolo? Clicca su “Mi piace” o lasciaci un commento. 

 

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni

SOFFRO DI SENSIBILITÀ DENTALE: CHE FACCIO?

Scopri perché ti fa male quando mangi certi alimenti e come prevenire la sensibilità dentale.

COME PRENDERCI CURA DI DENTI E GENGIVE

Sapevi che è importante cambiare alcune abitudini d'igiene orale, una volta passati i 50 anni? La nostra esperta, l'igienista Stefania Barbieri, ce lo spiega.