SOFFRO DI SENSIBILITÀ DENTALE: CHE FACCIO?

SOFFRO DI SENSIBILITÀ DENTALE: CHE FACCIO?

Scopri perché ti fa male quando mangi certi alimenti e come prevenire la sensibilità dentale.

 

Se bere delle bevande fredde o mangiarti un gelato ti fa rabbrividire, ecco qualche consiglio d’igiene orale per tenere a freno la sensibilità ed imparare a combatterla.

 

Ti fanno male i denti quando mangi o bevi? Anche a me. Molte persone soffrono di sensibilità dentale, un disturbo che può apparire in qualsiasi momento. La sensibilità si produce quando lo strato di smalto dentale che protegge la dentina si erode; vuoi sapere perché? Ecco alcuni dei motivi per cui può succedere: 

1. Bevande e alimenti acidi

Le bevande acide ed alcuni alimenti riducono il livello di pH della bocca, il che provoca una perdita di minerali e l’erosione dentale. I colpevoli? Gli alimenti che contengono aceto, i succhi di frutta, il vino, la birra e le bevande gassate. 

2. Una cattiva pulizia dei denti

Spazzolarsi i denti con troppa forza, oppure orizzontalmente, può consumare lo smalto, soprattutto nella zona dove i denti si uniscono alle gengive. 

3. Recessione gengivale

Sfortunatamente, le nostre gengive si riducono naturalmente man mano che invecchiamo; questo porta all'esposizione delle radici dei denti, che non sono dotate di uno strato protettivo di smalto. 

4. Denti screpolati

Se hai una crepa sul dente o vedi una linea che lo percorre fino alla radice, questa può essere la causa della sensibilità che provi quando bevi delle bevande molto fredde. 

5. Trattamenti cosmetici

Lo sbiancamento dentale. Alcuni pazienti provano sensibilità dentale per un certo periodo, dopo aver realizzato un trattamento sbiancante. 

6. Accumulo di placca

Un accumulo di placca o di tartaro può portare a disturbi gengivali ed alla recessione delle gengive; in certi casi, può addirittura distruggere il supporto del dente. La gengivite causa un’infiammazione, che porta ad un arrossamento delle gengive, le quali cominciano a sanguinare. Questo può anche portare all’esposizione della dentina, che può a sua volta provocare sensibilità. 

7. Stringere molto i denti

Spesso, un segno di stress o di nervosismo è rappresentato dal digrignare e stringere i denti (bruxismo). Questo può far sì che lo smalto si consumi, si impoverisca e porti ad avere dei denti più sensibili. 

Come controllare la sensibilità dentale

 1. Compra uno spazzolino elettrico

Se non hai ancora uno spazzolino da denti elettrico, è il momento di cambiare! I dentisti li raccomandano per mantenere denti e gengive sane. Scegli una testina speciale per denti sensibili, come quella di Oral-B Sensitive, composta da setole più morbide per proteggere i denti; è efficace contro la placca, ma morbida sulle gengive! 

2. Pulisciti le gengive

Oltre a spazzolare tutte le superfici dei denti, passa le setole dello spazzolino da denti elettrico lungo la linea delle gengive, con un angolo di 45 gradi. Mantienile a contatto con la superficie dei denti e con la gengiva, applicando una breve pressione. 

3. Lavati i denti due volte al giorno

Se stai usando uno spazzolino manuale, usane uno con setole morbide o medie. Lavati i denti al mattino ed alla sera con piccoli movimenti circolari ed evita di spazzolarli in orizzontale. Cerca di non lavarti i denti appena dopo mangiato; è meglio aspettare un’oretta, poiché lo smalto dei denti può ammorbidirsi a causa di certi cibi e bevande, e spazzolarli può danneggiarli. 

4. Non dimenticarti del filo interdentale

Per ridurre l’accumulo di placca e prevenire malattie gengivali che possono portare alla sensibilità, lavati i denti due volte al giorno ed usa il filo una volta al giorno. 

5. Anche il dentifricio è importante

Scegli un dentifricio che aiuti a minimizzare sia le causa che i sintomi. Un rimedio ideale per i denti sensibili è AZ Pro-Expert Denti Sensibili, che aiuta a riparare le gengive ed a ringiovanire lo smalto, mentre protegge i denti dall'erosione acida. 

6. Alimenti zuccherati? Solo all’ora dei pasti

Se mangi o bevi qualcosa di zuccherato o dall’alto contenuto di acidi, assicurati che sia solamente all’ora dei pasti. Questo limiterà il tempo d’attacco sui denti ed eviterà una maggiore erosione dello smalto. 

7. Parlane col tuo dentista

Lasciati consigliare dal tuo dentista per evitare la sensibilità e migliorare la tua salute orale.

Se i tuoi denti si sono ingialliti e stai pensando ad uno sbiancamento, prima analizza le varie opzioni con un professionista per assicurarti di evitare una maggiore sensibilità. 

Per rel="noopener noreferrer" maggiori informazioni, cerca sempre i migliori rimedi per denti sensibili e da’ rel="noopener noreferrer" un’occhiata al sito del tuo miglior alleato, Oral-B, dove troverai consigli e prodotti per l’igiene orale e la sensibilità dentale. 

Hai qualche buon consiglio per ridurre la sensibilità dentale? Condividilo con noi in un commento!

 

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

COME PRENDERCI CURA DI DENTI E GENGIVE

Sapevi che è importante cambiare alcune abitudini d'igiene orale, una volta passati i 50 anni? La nostra esperta, l'igienista Stefania Barbieri, ce lo spiega.

COME PROTEGGERE IL TUO SORRISO DURANTE LE FESTE

Ti riveliamo gli alimenti tipici di Natale che danneggiano i denti, affinché tu possa proteggere la tua bocca e prenderti cura del tuo sorriso.