SUCCESSO NELLA 2ª EDIZIONE DI “FORZA È BELLEZZA”

SUCCESSO NELLA 2ª EDIZIONE DI “FORZA È BELLEZZA”

Grazie a tutte voi che avete acquistato un balsamo Pantene nei negozi Acqua & Sapone*, abbiamo potuto donare 400 sessioni di trattamento con Dignicap, il rivoluzionario casco che, durante la chemioterapia, congela i bulbi dei capelli e ne limita la perdita.

Noi siamo così. Coraggiose e tempestive, soprattutto quando le sfide ci chiamano a gesti concreti e importanti. E la 2a edizione di “Forza è Bellezza”, l’iniziativa che ci ha visto di nuovo al fianco di Pantene, Susan G. Komen e promossa fortemente nei punti vendita Acqua & Sapone, ne è la prova.

Grazie a tutte voi che avete acquistato un balsamo Pantene nei negozi Acqua & Sapone*, abbiamo potuto donare 400 sessioni di trattamento con Dignicap, il rivoluzionario casco che, durante la chemioterapia, congela i bulbi dei capelli e ne limita la perdita.

Un traguardo piccolo ma importante contro il tumore al seno, che vogliamo raccontarvi da diversi punti di vista. Psicologico, con le parole di chi supporta le donne verso la guarigione fisica ed emotiva. Etico, con la testimonianza di chi in negozio ha promosso e visto crescere l’entusiasmo per l’iniziativa. E infine filosofico, con le riflessioni di Laura Campanello, che dal nostro prossimo numero avrà una rubrica tutta sua. Tutto questo per dirvi grazie e per non farci dimenticare, citando le parole del nostro Direttore Barbara del Neri, che “tutte insieme possiamo fare la differenza”!

Preservare i capelli: segno di forza contro il tumore al seno

Per molte donne, la loro perdita rappresenta un depotenziamento fisico e psicologico. Con Marinella Linardos, psicoterapeuta e psico-oncologa della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli di Roma, scopriremo quanto un gesto di bellezza, come donare sessioni con Dignicap per limitare la caduta dei capelli, possa trasmettere forza e vitalità.

Perché, tra i vari effetti collaterali, la perdita dei capelli ha un impatto così forte sulla psiche ed è così temuto?

Perché rende palese al mondo esterno, quindi visibile anche agli altri, una perdita vissuta nel mondo interno dopo la diagnosi. Ciò corrisponde ad un vissuto durante il quale si è subita un’etichetta, un marchio di malattia che fa sentire esposte al “giudizio” degli altri.

Quanto conta aiutare le pazienti “a sentirsi belle”?

Credo che la bellezza vada intesa qui come valore profondo che coinvolge l’intero mondo di valori della persona. Aiutare una donna a sentirsi bella durante i trattamenti significa trasmetterle il messaggio che guarirà e che quindi ha senso investire su di lei, anche su particolari che potrebbero sembrare “frivoli” e che invece sono portatori di vita.

In cosa consiste il trattamento con Dignicap, il casco che congela i bulbi?

Il funzionamento del Dignicap si basa sul raffreddamento del cuoio capelluto, in modo tale che i farmaci somministrati durante la chemioterapia non riescano ad agire sui bulbi “congelati”. La cuffia deve essere indossata 20 minuti prima della seduta di chemioterapia, durante la somministrazione del farmaco e per altri 20 minuti al termine della seduta.

 

“Preservare i capelli rappresenta una garanzia del senso di sé e del valore personale”

 

Quali sono i benefici fisici e psicologici?

I benefici sono più che altro di ordine psicologico. Pur non riuscendo a salvaguardare l’intera chioma, molte donne riescono a conservare una grande quantità di capelli, così da preservare l’immagine di sé.

Cosa ne pensano le sue pazienti?

Molte pazienti ritengono essenziale mantenere una continuità con la loro immagine. Quest’ultima sembra rappresentare una garanzia del senso di sé e del valore personale. Per queste donne, riuscire a non perdere i capelli acquista un valore enorme. Al contrario, per molte donne la perdita dei capelli è vissuta come un evento doloroso ma secondario rispetto alla posta in gioco delle terapie. Al fine di ottenere una guarigione, qualunque sacrificio ha un senso e potrà essere vissuto, in un secondo tempo, come una sorta di rivincita sul tumore. La complessità della vicenda della malattia apre molto spesso scenari insoliti e imprevedibili da rispettare profondamente, perché toccano la parte più sconosciuta di ogni persona.

LE DONNE PER LE DONNE: LA FORZA DELL’INIZIATIVA!

Giorno dopo giorno, l’iniziativa “Forza è Bellezza” è stata accolta con entusiasmo da sempre più donne nei punti vendita Acqua & Sapone. Abbiamo chiesto a Giovanna Mannarini, assistente allo shopping di un negozio Acqua & Sapone di Lecce, di raccontarci come l’ha vissuta e il segreto di questo successo.

Ti è piaciuta questa seconda edizione di Pantene “Forza è Bellezza”?

Sì, sia per la forza del messaggio, sia per quella del “gesto”: aiutare le donne sottoposte a chemioterapia a “preservare” i loro capelli e, quindi, la propria bellezza!

Cosa ti ha insegnato questa iniziativa?

Prima di tutto che noi donne, indipendentemente dall’età, abbiamo voglia di vivere e cerchiamo di affrontare la vita sempre al meglio. Poi, quanto una bella capigliatura ci aiuti a valorizzare la nostra femminilità ed a farci ritrovare fiducia e autostima. Infine, è indubbio che iniziative come queste hanno la forza di unirci.

Come è stata accolta dalle tue clienti?

C’è stata una grande partecipazione. È bello che aziende come P&G si prendano cura di noi donne anche in situazioni “dolorose “, aiutandoci a ritrovare il sorriso e soprattutto non facendoci sentire sole e abbandonate. Anche i materiali sviluppati nel punto vendita sono stati importanti per far conoscere l’iniziativa e per raccogliere adesioni!

*Dal 27 febbraio al 31 maggio 2018.

E tu, cosa ne pensi? Condividi la tua opinione! Non c’è bisogno di dire che siamo contente che questa iniziativa, al 2° anno consecutivo, sia andata così bene. A Pantene va tutto il nostro riconoscimento: grazie!

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni
  • Mostra commenti

La bellezza

25/06/2018

Quando, grazie a te, il cuore degli altri è felice

LA BELLEZZA: UN FARO DI FRONTE ALLA MALATTIA

Laura Campanello è filosofa, consulente pedagogica e addirittura motociclista. Collabora con 27esimaora.corriere.it con piccoli esercizi di felicità. Il suo ultimo libro? “Leggerezza”. Oggi ci parla

RITROVARE IL PIACERE DELL’INTIMITÀ

Al giorno d’oggi, esistono ancora dei tabù rispetto alla menopausa, soprattutto per quanto riguarda la sessualità della donna matura. Ne parliamo?