CUCINA PER INTOLLERANTI AL GLUTINE ED AL LATTOSIO

CUCINA PER INTOLLERANTI AL GLUTINE ED AL LATTOSIO

"Ciao, Maria! Senti, ehm... Sono celiaco ed intollerante al lattosio". Guardi l'invitato con faccia preoccupata e pensi... E adesso, cosa faccio per cena?

 

 

“Ciao, Maria! Senti, ehm... Sono celiaco ed intollerante al lattosio”. Guardi l’invitato con faccia preoccupata e pensi... E adesso, cosa preparo per cena? Tranquilla, è più semplice di quanto credi. Il mercato è pronto ad offrirti tutto ciò di cui hai bisogno se qualcuno con intolleranze alimentari viene a casa a mangiare. Tu devi solo capire di cosa si tratta e che cosa devi comprare.

Il cibo rappresenta il “combustibile” del nostro corpo, ma a volte alcuni alimenti possono far comparire dei sintomi piuttosto scomodi (e addirittura nocivi per la salute), nel caso in cui l’organismo non sia preparato a digerirli. È il caso delle famose intolleranze alimentari, come quella al glutine, al lattosio o al fruttosio; scopriamo in cosa consistono.

 

Intolleranza al lattosio

 

Può essere permanente o temporanea. Si rileva quando il sistema digerente non è capace di digerire il lattosio, che è lo zucchero del latte. Questa intolleranza è provocata dal deficit nella produzione (da parte del corpo) di un enzima chiamato lattasi, il quale è l’incaricato di digerire ed assorbire lo zucchero del latte.

 

E allora gli intolleranti non possono assumere nessun tipo di latte né prodotti caseari?

Sì, certo che possono.

Oltre al latte di soia, di riso, di mandorla, ecc., esistono tutta una serie di prodotti senza lattosio: latte, burro, margarina, yogurt, formaggi, frullati, gelati, ecc.

 

Un consiglio: I prodotti vegani, identificati come tali ed acquistati in negozi specializzati, non contengono lattosio; per cui si possono consumare senza alcun tipo di pericolo.

 

Un segreto: Puoi cucinare qualsiasi ricetta che ti ispiri; basta usare latte e derivati che non contengano lattosio.

 

Una ricetta: polpo con le patate.

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 polpo
  • 800 g di patate
  • paprica
  • -olio extravergine d’oliva
  • sale di Maldon

     

    Preparazione:

  • In una casseruola capiente, fa’ bollire l’acqua per cuocere il polpo: sbollenta prima i tentacoli, immergendolo e rialzandolo per 3 volte, e poi lascialo cuocere per almeno 40 minuti (la durata della cottura dipende dalla grandezza del polpo). Lascialo raffreddare nell’acqua di cottura e, una volta freddo,scolalo e taglialo a fettine sottili. Mettilo quindi da parte.

     

  • Pela le patate, tagliale a cubetti di 1 cm e cuocile a fuoco lento in olio d’oliva a 70°C per 40-50 minuti. Una volta che si siano ammorbidite, scolale e mettile da parte.

     

  • In una padella, scalda l’olio d’oliva e la paprica dolce a fuoco medio per 1 minuto. Togli dal fuoco e lascia decantare la paprica. Metti da parte l’olio già imbiondito e disfa i grumi di paprica.

     

  • Versa qualche goccia d’olio alla paprica su ogni pezzetto di patata e sopra ad un paio di fettine di polpo. Ed ecco pronto!

 

Intolleranza al glutine

 

Il glutine è una glicoproteina presente nel frumento, nell’avena, nell’orzo e nella segale.

L’intestino tenue non è capace di digerirla e, di conseguenza, si produce una reazione infiammatoria a livello intestinale. Questo tipo d’intolleranza si mantiene per tutta la vita e mostra sintomi come la perdita di peso e d’appetito, nausea, vomito, diarrea, perdita di massa muscolare, ecc.

 

Quali alimenti non contengono glutine?

Latte e derivati, uova, verdure, ortaggi, mais, riso, miele, legumi ed oli.

 

Quali sono gli alimenti che normalmente un celiaco non può mangiare?

Pane, pasta, farina, biscotti, dolci e... birra!

 

E allora... Cosa faccio?

Puoi comprare pane, pasta, farina, biscotti, dolci e addirittura birra senza glutine e cucinare normalmente ed in tutta tranquillità, soprattutto se il tuo invitato ha più di un’intolleranza.

 

Una ricetta: risotto ai funghi e parmigiano.

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 - 350 g di riso per risotto
  • 300 g di funghi freschi
  • 100 g di parmigiano
  • 1 cipolla piccola
  • 1 lt di brodo vegetale
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiai di burro
  • 1 cucchiaio d’olio d’oliva
  • sale, rosmarino, timo

 

Preparazione:

  • Taglia la cipolla e soffriggila nell’olio, a cui avrai aggiunto le spezie (timo, sale e rosmarino).Quando la cipolla sarà trasparente, aggiungici il riso dopo averlo tostato e i funghi. Mescola e fai appassire con il vino.

     

  • Versa pian piano il brodo. Questa fase è molto importante affinché il sugo del risotto si addensi. Versa mezzo bicchiere di brodo, lascia che il riso lo assorba e poi aggiungine ancora un po’. Ricordati di continuare a mescolare, soprattutto a fine cottura.

     

  • Una volta che il riso è al dente, togli dal fuoco ed aggiungici il burro e il parmigiano, gira bene per far amalgamare il risotto e servi caldo.

 

Come ti è parso quest’articolo? Stiamo pensando di scriverne uno sull’intolleranza al saccarosio ed al fruttosio; che te ne pare? Lascia un commento se pensi che possa essere utile.

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni

8 SALUTARI FRULLATI ALLA FRUTTA

I frullati sono un modo semplice per aggiungere frutta e verdura alla nostra dieta. Ecco alcune ricette, suggerite da Fairy, che ci piacciono tantissimo!

CIBI INSOLITI E GUSTOSI DA CUOCERE SUL BARBECUE

Come rendere originali i tuoi pranzi all’aperto? Oltre ai soliti classici, griglia cibi inaspettati: saranno una gustosa sorpresa per tutti!

SWISSE Perdita di Peso

Aiuta a perdere peso, attiva il metabolismo