A IL TEMPO DELLE DONNE, VICTORIA PARLERÀ DI NOI!

A IL TEMPO DELLE DONNE, VICTORIA PARLERÀ DI NOI!

Alla Kermesse milanese di RCS, con Victoria come mainsponsor, protagoniste le donne over 50. Dalle voci di due delle protagoniste ecco qualche anteprima.

Dalle battaglie per la parità di genere a un crescente protagonismo nella scena lavorativa, sociale, culturale, si parla sempre più di donne. In particolare al Tempo delle Donne, la kermesse che nasce da un’idea della La 27ma Ora, con la partecipazione di Io Donna, Fondazione Corriere della Sera e Valore D e che ha luogo ogni anno a settembre a Milano. Nel palinsesto di eventi, spettacoli, incontri e workshop organizzato con il patrocinio del Comune di Milano, ci sarà anche Victoria. Un traguardo importante per il nostro progetto e la nostra generazione sui quali abbiamo chiesto un punto di vista ai 3 protagonisti che porteranno Victoria e, quindi, noi tutte sul palco.

Maria Luisa Agnese

Il Tempo delle Donne si definisce un Festa Festival, cosa significa?

Perché fa pensare, ma in un modo divertente e divertito. Parliamo di temi contemporanei che riguardano le donne e lo facciamo a 360°, con tutti i linguaggi, per tutte le età. Non solo i classici dibattiti, ma anche teatro, tecnologie, video, interventi comici, brindisi e alla fine c’è anche la festa.

Per lei cosa rappresenta questa esperienza giornalistica?

Per noi giornaliste è stata una crescita personale e professionale. Non sei sola nella tua stanza, vera o virtuale che sia, a scrivere un pezzo, ma crei occasioni di contatto con le persone, cerchi modi di coinvolgerle, di comunicare in modo semplice. È bello preparare questo evento, ogni volta ci mettiamo in gioco, lavorando in team. 

E cosa rappresenta per le donne che vi prendono parte?

Le donne sono contente di partecipare, di esserci, di esprimere le loro opinioni sull’iniziativa.

L’impressione, ad ogni edizione, è una grande coinvolgimento. Del resto la canzone del Tempo delle Donne è sempre la stessa, “Libertà è Partecipazione”. È la partecipazione, infatti, la nostra cifra principale, il nostro biglietto da visita.

Ogni edizione è caratterizzata da un tema portante, nel 2014 siete partiti dalla conciliazione tra vita professionale e privata, nel 2015 avete affrontato la maternità, nel 2016 l’amore e il sesso. Per il 2017 cosa avete scelto?

Gli uomini. Questo sarà il tema di questa edizione. Perché sono in forte trasformazione e per noi è importante raccontarli. Vogliamo capire come sono cambiati, come stanno cambiando, vogliamo dare loro la parola, scoprire quello che è più sommerso…cosa c’è dietro le rispettive corazze? Crediamo infatti che la condivisione sia importante per creare la parità, rapporti migliori, famiglie migliori. Da parte nostra, questa volta abbiamo coinvolto i colleghi a partecipare di più nella preparazione dell’evento.

Una parte importante del lettorato del Corriere della Sera e del blog de La 27ma Ora è costituita da donne over 50: come definirebbe questa generazione di donne?

Forse è la generazione più interessante che ci sia sulla scena oggi. Non passa giorno che non ci sia un riferimento alle over 50. Questa generazione ha annullato le differenze di età, anzi ha creato il concetto elastico dell’età. Smetterei infatti di chiamarla 50 + ma la definirei Ageless – senza età. È forte, è la generazione del Boom.  

Cosa intende?

È questa la generazione che ha superato le briglie dei conformismi, i suoi valori sono stati  quell’essere anti-stereotipi, contro i codici ricevuti, ma anche “la partecipazione”. L’ombra di questi valori si è allungata fino ai tempi di oggi. Prima hanno idolatrato la loro gioventù, ma poi l’hanno sostituita con l’idea di ageless, l’idea di età elastica, come si diceva prima.

Secondo me fra l’altro è una generazione molto produttiva sul fronte sociale, capace di una partecipazione reale, non ancora sfruttata. Quando si riuscirà a mettere in circolo tutte queste energie, questa voglia di partecipazione alla società… gli effetti potrebbero sorprenderci.

Lei al Tempo delle Donne curerà l’incontro dedicato ai temi cari al nostro magazine, come pensa di declinarli?

Ci saranno due temi. Uno riguarderà la cura di sé, secondo una prospettiva maschile. Pare infatti, da alcune ricerche, che gli uomini siano refrattari a occuparsi della propria salute, così come della cura personale. Sarà interessante capire meglio. L’altro tema, più legato alle donne, sarà la felicità.  Perché la felicità può arrivare a tutte le età. Parleremo di casi di reinvenzione. Un nuovo mestiere, un nuovo percorso, una nuova vita. Perché la reinvenzione di sé può dare la felicità.   

Carla Samperi                         

Come è nata questa partnership?

Sin dalla prima edizione abbiamo seguito “Il Tempo delle Donne” con profondo interesse, passione e ammirazione. Si tratta infatti di una iniziativa unica che combina grande spessore culturale, capacità di intrattenimento e perfetta integrazione tra on-line, carta stampata ed evento “live”. Un progetto sfaccettato, proprio come le donne che ne sono al centro. Abbiamo quindi pensato che portare in questo caleidoscopio la voce di Victoria – e quindi delle donne sopra i 50 anni, quelle che Victoria conosce bene e alle quali si rivolge – potesse da un lato arricchire Victoria di una collaborazione di così alto valore e dall’altro portare nella manifestazione un punto di vista interessante e rilevante.

E cosa significa appena 5 anni dopo la nascita del progetto Victoria?

Partecipare a “Il Tempo delle Donne” rappresenta sia un punto di arrivo che un punto di partenza. In 5 anni infatti Victoria è cresciuta, non solo quantitativamente - raggiungendo sempre più donne sia in Italia che in altri paesi europei- ma anche e soprattutto qualitativamente, arricchendo i contenuti della rivista e del sito e proponendo al suo pubblico iniziative sempre più coinvolgenti da tutti i punti di vista, inclusi quello culturale o sociale. Forte di questo sviluppo, Victoria riparte per un nuovo lustro con l’idea di approfondire ancora di più e meglio queste dimensioni e la partnership con “Il Tempo delle Donne” sancisce proprio questa “nuova era”, che porterà Victoria ad essere sempre più vicina alle donne over 50 e sempre più un punto di riferimento credibile per la conoscenza e il dialogo con questa fascia di età.

Ci può dare qualche anticipazione?

Insieme all’esperto team di giornalisti di RCS che lavorano all’iniziativa, approfondiremo alcuni aspetti chiave che caratterizzano la vita e l’esperienza delle donne dai 50 anni in poi. Porteremo poi questi spunti di riflessione sul palco del Teatro dell’Arte nel corso di un evento che avremo l’onore di vedere condotto da una giornalista del calibro di Maria Luisa Agnese. In questa occasione vorremmo anche celebrare la visione che Victoria ha delle ultracinquantenni: una visione grintosa, ottimista, di donne che con l’età guadagnano - e non perdono - qualcosa. Ci piacerebbe che questa visione si “materializzasse” in donne vere, in carne ed ossa, celebri e non, che possano diventare delle vere e proprie “Ambasciatrici” di questa cultura positiva che Victoria vuole diffondere anche nel mondo della comunicazione, in cui spesso questa fascia di età è ignorata o rappresentata con degli stereotipi. Come si dice… “stay tuned” perché ci saranno molte sorprese!

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community
  • Mostra commenti

informazioni

05/09/2017

Mi piacerebbe tanto partecipare all'incontro de il tempo delle donne, mancano però tutte le informazioni sia pratiche che economiche per esserci. Grazie C.Rizzo

Il Tempo delle Donne

05/09/2017

Buongiorno, ho letto dell'evento in oggetto ed, essendo interessata a parteciparvi, mi piacerebbe sapere data, orario, se necessaria una conferma di partecipazione ed il costo per l'ingresso. Grazie 1000 per le informazioni che vorrete inviarmi. Patrizia

Coraggio

Elena 13/07/2017

Buongiorno Io sono Elena Paoli ho 62 anni ad agosto Conosco la rivista. ..ho appena sconfitto un tumore al seno. ..mi occupo di teatro e di cinema Mi sarebbe piaciuto diffondere il coraggio nelle donne per affrontare questo problema è ho pensato a voi . Se interessati vi mando foto e maggiori notizie Grazie

La mia età

06/07/2017

Compio 50 anni a gennaio 2018

P&G PRESENTA IL NUOVO VIDEO “AMORE OLTRE I PREGIUDIZI”

Il mondo visto attraverso gli occhi delle mamme. Un video contro i pregiudizi che P&G presenta in occasione dei Giochi Olimpici di Pyongchang 2018, per promuovere una discussione su un tema di grande rilevanza

LE VINCITRICI DEL PREMIO VICTORIA

Il momento più emozionante della serata de Il Tempo delle Donne è stato il Premio Victoria, dedicato alle donne che con coraggio si sono reinventate, riscrivendo la propria vita. Le vincitrici sono estate la