E SONO 50 ANCHE PER DASH

E SONO 50 ANCHE PER DASH

Sulle scene domestiche da mezzo secolo, Dash non ha mai smesso di essere uno di famiglia.

1966, mitico anno, quando dalle radio e in tv impazzavano Celentano con “Il ragazzo della via Gluck” e Gianni Morandi con “La Fisarmonica”, ricordate? Furono subito primi in classifica. Erano i tempi della Vespa, del boom economico, della minigonna. Fra grandi entusiasmi e cambiamenti. Proprio in quell’anno in tv e nelle case italiane, faceva la sua comparsa Dash. Fu subito un successo. Non ci volle molto: presto entrò a far parte della vita familiare, come se fosse sempre stato lì. Del resto chi ha superato i 50 anni oggi, si ricorda come il fustino venisse trasformato: era lì che finivano i giocattoli di noi bambine!

Da allora a oggi, ne sono successe di tutti colori e il bianco di Dash c’è sempre stato. La sua storia si è intrecciata alla storia delle famiglie italiane, tra momenti belli e momenti commoventi. C’era quando è arrivata la tv a colori, portata in casa quasi a suon di tamburi. C’era quando la voce di Nando Martellini uscì dallo stadio Santiago Bernabéu di Madrid ed entrò in milioni di case italiane per commentare l’impresa azzurra che ci rese Campioni del mondo. C’era ad ogni cambiamento del nostro guardaroba, dai pantaloni a zampa alle spalline sotto ogni cosa, dai colori al minimal più estremo. C’era quando siamo andate a vivere da sole e anche quando qualcuno ci ha chiamato per la prima volta “mamma”. E c’è anche oggi che infiliamo il telefono in borsa come fosse un rossetto e i nostri figli finalmente vanno a vivere da soli. L’Italia cambia e Dash cambia con lei.

Comunque, il filo che unisce questi cinquant’anni di Dash è la fiducia che è riuscito a conquistare, soprattutto quella di noi donne, perché ha sempre dimostrato di essere uno su cui poter contare.
Non solo per la qualità delle soluzioni, ma anche per le continue innovazioni, dal fustino di allora alle Pods 3in1 di oggi.

E in tutti questi anni lo ha fatto con simpatia. Non a caso le pubblicità hanno sempre visto personaggi semplici, molto veri, capaci di entrare in sintonia con la gente: da Paolo Ferrari a Fabio De Luigi, passando per Fabio Fazio, Luciana, ma anche da Syusy Blady e Patrizio Roversi. Ma è soprattutto il senso di rispetto e la considerazione che ha della persone a fare di Dash la “marca della gente”. Marca pioniera anche nel sociale, con progetti tangibili, come Missione Bontà o la celebrazione della Mamma come pilastro della società

50 anni di storie, di idee e di affetto. Quindi è lecito pensare che, tra tutti i colori della vostra, della nostra storia, c’è un po’ del bianco di Dash.

Per ripercorrerli cliccate qui

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni
  • Mostra commenti

IL TEMPO VOLA MA NON SCOLORA

10/03/2016

Il tempo vola ma la storia di Dash non tramonterà mai, un prodotto leader nel settore.

Dash più bianco non si può

TINA 10/03/2016

Ho conosciuto questo detersivo da bambina, mia mamma mi diceva sempre come lava i panni il Dash nessun detersivo e io da brava figlia continuo ad usarlo

Problema tecnico

cadore49 04/03/2016

Come mai non rispondete ai nostri messaggi??????

dash

04/03/2016

anche io ho ricevuto la email e non riesco ad accedere

Problema tecnico

cadore49 03/03/2016

Ho ricevuto la mail ma non riesco ad entrare nel mio profilo per candidarmi cosa devo fare? Grazie

I 7 REGALI CHE FANNO PIÙ PIACERE A UNA MADRE

Ecco una lista dei regali “più apprezzati”, di quelli che ci fanno più piacere e che ricordiamo con più affetto. Magari ti possono servire d’ispirazione!

FOTO E FAI-DA-TE: I MIGLIORI RICORDI, SEMPRE CON TE!

Fa’ sì che i tuoi ricordi più belli perdurino per sempre con queste idee fai-da-te, che ti aiuteranno a conservare le foto in modo originale.