ELENA SOFIA RICCI: “IO, RINASCO OGNI GIORNO”

ELENA SOFIA RICCI: “IO, RINASCO OGNI GIORNO”

La vulcanica attrice in questa intervista ci ha travolto! Un’esplosione di energia che non conosce limiti e dalla quale lasciarsi ispirare.

Dopo Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi, Victoria questo mese ha intervistato l’attrice Elena Sofia Ricci, una donna elettrizzante, intensa e magnetica. Ha collezionato i premi più prestigiosi come i David di Donatello e i Nastri d’Argento, ha recitato in ruoli drammatici e da commedia. Si è formata in teatro. Quando la incontri e la intervisti, la sua personalità ti travolge, ti fa vorticare nel suo mondo che è immenso e vi posso assicurare che quasi ti ci perdi.

Nella sua carriera ha interpretato ruoli molto diversi: quali le sono piaciuti di più? E come seleziona quelli che le propongono?

Dal teatro, al cinema, alla televisione, passando per i classici, scelgo un personaggio solo se mi dà la possibilità di sperimentare cose nuove, mai fatte prima, nuove donne, nuove psicologie.

Se la sua vita fosse un film, di che genere sarebbe?

Mai lo stesso! Un giorno sarebbe un film comico, un giorno un musical, un giorno un thriller… mi piace “giocare”.

oscar

C’è sempre un momento in cui si coglie l’occasione della vita, quella che ce la cambia. Uno di quei momenti in cui si potrebbe dire che si “rinasce”. Ci può dire qual è stato per lei?

Ogni giorno c’è qualcosa di cui gioire o anche soffrire. Come dice Khalil Gibran “quanto più profondo è il solco che la sofferenza incide nella tua vita, tanta più gioia potrà contenere”. Quindi ogni giorno rinasco, perché ogni giorno mi do la possibilità di sorprendermi. Naturalmente ci sono stati anche tanti momenti “epocali”: prima di tutto, la nascita delle mie figlie, ma anche l’incontro con mio marito o la prima immersione in mare con le bombole, o i premi ricevuti, che non ti cambiano la vita ma fanno sempre molto piacere!

Nella sua vita ha dovuto affrontare anche alcuni momenti difficili. Come li ha superati e cosa ha imparato di se stessa grazie a queste difficoltà?

I miei primi 40 anni sono stati piuttosto tormentati. Così tanto che ho deciso di intraprendere, a 30, un percorso di analisi che ha portato una vera “rivoluzione copernicana” nella mia vita. Ci sono voluti parecchi anni per riuscire a “centrarmi” e a capire che posso stare in equilibrio da sola.

Pensando alla Elena Sofia di 20 anni… sotto quali punti di vista si sente cambiata in meglio?

Non tornerei ai 20 o ai 30 neanche sotto tortura. Ai 40, e 50 sì, e ci resterei per sempre! Sono proprio come rinata intorno ai 40 anni, a 50 ho fatto un ulteriore gradino: quando il percorso di crescita e consapevolezza parte, infatti, è come una valanga, non si ferma più.

giovinezza 

Ci permetta una domanda leggera: che segreto ha per la sua bellezza?

Io penso che il lavoro sull’anima si trasferisca tantissimo sul corpo, la serenità interiore si esprime nei tratti del viso.

Come fa a mantenersi così in forma?

elena_quoteDormo almeno 7 ore per notte, non fumo, non bevo, sto sempre a dieta, faccio ginnastica 3 volte a settimana…un inferno! Va beh, c’è un po’ di “grazia ricevuta” e un po’ di dura disciplina. Vengo dalla danza e, quindi, sono molto disciplinata in tutte le mie cose. Tranquille però, ogni tanto mi diverto anche!

ginnastica
 

Il passare del tempo, come lo vive?

Mah, io mi sento come se avessi sempre tanta vita davanti! Avendo cominciato la mia rinascita a 30 anni, in realtà oggi è come se ne avessi 24.

Che consiglio darebbe alle sue coetanee?

La curiosità deve sempre restare accesa, occorre rimanere sempre vive emotivamente e intellettualmente.

E quale consiglio darebbe alle ragazze di oggi?

È indispensabile prendere contatto con la parte più profonda di se stesse, quella che magari delle volte una non sospetta neanche di avere. Consiglio alle ragazze di cercare stimoli, di essere curiose della vita e di seguire i propri sogni augurando loro di averne.

Non importa l’età o il percorso di ognuna di noi, la nostra generazione non smette mai di sognare nuovi traguardi. È d’accordo?

Certo! Proprio adesso mi sto prefiggendo nuovi traguardi. Mi sto per esempio cimentando come autrice scrivendo un thriller psicologico e ho appena affrontato la mia prima prova come regista teatrale.

Cosa pensa di una rivista come Victoria, dedicata a celebrare le donne in questa nuova fase della loro vita?

Dieci anni fa si celebravano le “nuove” 40enni, oggi si celebrano le “nuove” 50enni ed è fantastico perché tra poco per mia fortuna toccherà alle “nuove” 60enni… devo aver preso l’onda giusta. Mi fa pensare ad un disco in vinile che si incanta, per cui noi restiamo in eterno giovani donne.

elena

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community
  • Mostra commenti

Rinascere per vivere

zia6890 21/11/2016

Personalmente, sono rinata circa 20 anni fa (avevo poco più di 30 anni) anche grazie a dei corsi di avviamento al lavoro, nel settore socio-animativo. La musica mi ha allargato gli orizzonti e mi ha avvicinata al mondo delle parole sotto forma di note

IL CAMBIO DI STAGIONE, ANCHE PER IL TUO ARMADIO

Come farlo senza stress grazie a 5 trucchi intelligenti e salva-tempo!

I PROGETTI DEL CUORE

Un aiuto concreto per sostenere chi si trova in difficoltà