LE 11 EMOZIONI CHE SI PROVANO QUANDO I FIGLI VANNO VIA

LE 11 EMOZIONI CHE SI PROVANO QUANDO I FIGLI VANNO VIA

Quando un figlio parte, per esempio, per l’università in un’altra città, è normale: preparati alle montagne russe emotive con Victoria!

Dall’orgoglio al senso di perdita, con un bel po’ di paura in mezzo: quando un figlio va via di casa e parte per esempio per l’università, magari all’estero, i sentimenti vanno sulle montagne russe!

Non mangerà bene

Hai paura che, senza l’influenza materna, la sua dieta consisterà esclusivamente di pizza, kebab e patatine... Ma sei anche certa che, sei settimane dopo l’inizio dei corsi, tornerà a casa a farsi curare per una tonsillite, così avrai la possibilità di fargli capire per bene la necessità di mangiare frutta e verdura!

Berrà troppo

Paura costante che esca tutte le sere a far baldoria. E certo non aiuta sapere che ha trovato un “ottimo lavoro” al bar di un locale notturno vicino al campus...

Vuoi avere di nuovo 18 anni

L’invidia per tutte le avventure e le esperienze che sta per fare. Ah, se potessi avere la possibilità di rivivere quegli anni ma con l’esperienza e la saggezza di adesso! Sigh!

Trascurerà gli studi

Una leggera ansia costante, il timore che tutta quella buona istruzione vada sprecata se decide di saltare metà delle lezioni, per sgobbare solo a un passo dagli esami.

Forse lascerà l’università

Il timore al pensiero che possa incontrare l’amore della vita, lasciare l’università e annunciare di voler fare un viaggio in Tailandia “per ritrovare se stesso”.

La sindrome del nido vuoto

Una tristezza schiacciante legata alla paura che la prima fase della maternità si è conclusa e che da adesso in poi il tuo ruolo di madre sarà a intermittenza.

Un brivido al pensiero di tutto il tempo libero che avrai a disposizione

Ma di nuovo, un vertiginoso senso di libertà di fronte alla prospettiva di tutte le infinite possibilità che ti si presentano ora. Non dovendo più essere perennemente reperibile per le sue esigenze, puoi iniziare a pianificare la vivace vita sociale che hai desiderato per anni.

Ma la famiglia sopravvivrà alla partenza?

Il panico al pensiero che tu e la tua metà potreste non avere niente di cui parlare ora che l’argomento principale delle vostre conversazioni è lontano. E se ci sono fratelli o sorelle, la consapevolezza che ci vorrà un po’ per abituarsi al vuoto lasciato in casa.

Come se la caverà con le responsabilità che la vita universitaria gli metterà davanti

La preoccupazione che tuo figlio non riuscirà a far fronte alle responsabilità della vita universitaria e al senso di isolamento che potrebbe talvolta provare. E un certo timore al pensiero che possa sentire tanto la tua mancanza da lasciare tutto e ritornare a casa.

Provare a resistere alla tentazione di gestirlo a distanza

L’irrefrenabile desiderio di tenere sotto stretto controllo ogni singolo aspetto della sua vita di studente, dall’aiutarlo a scegliere i locali in cui andare, a come gestire i soldi. Fino a chiedergli se ha già fatto amicizie con gente simpatica.

Incredibilmente orgogliosa del suo successo

Un incredibile e reale senso di orgoglio per la tua amata prole che sta facendo il primo grande passo per lasciare la propria impronta nel mondo.

 

Leggi anche:

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community
  • Mostra commenti

come supereb la partenza di un

tulipano 17/09/2016

come faccio a superare la partenza di mio figlio unico aiutatemi datemi dei consigli grazie

I 7 REGALI CHE FANNO PIÙ PIACERE A UNA MADRE

Ecco una lista dei regali “più apprezzati”, di quelli che ci fanno più piacere e che ricordiamo con più affetto. Magari ti possono servire d’ispirazione!

FOTO E FAI-DA-TE: I MIGLIORI RICORDI, SEMPRE CON TE!

Fa’ sì che i tuoi ricordi più belli perdurino per sempre con queste idee fai-da-te, che ti aiuteranno a conservare le foto in modo originale.

AZ 3D WHITE

Rimuove fino al 100% delle macchie* in 3 giorni