PER CHI AGGIUNGI UN PIATTO A TAVOLA?

PER CHI AGGIUNGI UN PIATTO A TAVOLA?

Una ricerca di Dash ha messo a confronto 3 generazioni di italiani, tra cui la nostra, sul tema solidarietà.
I dati ci offrono ottimi spunti di riflessione. Soprattutto per quel che riguarda i nostri figli.

Quante volte abbiamo sentito o pronunciato le parole convivialità, condivisione o aiuto eppure solo nel 2017 attraverso una ricerca, condotta dall’istituto Demia e voluta da Dash, ci siamo chiesti che senso diamo noi italiani a queste parole e come le traduciamo in concreto. Tra i molti ed interessanti risultati, si evince che per gli italiani convivialità e solidarietà rappresentano oggi un vero e proprio stile di vita. Dei 1.000 intervistati:

  • il 92% delle persone afferma che il modo migliore per conoscere qualcuno sia proprio a tavola (come dare loro torto?), l’89% aggiunge volentieri un posto anche all’ultimo minuto per un amico o un familiare, l’87% prova gioia nel farlo.
  • il 77% condivide l’idea che tutti dovrebbero offrire un pasto a chi ne ha bisogno.
  • il 41% pensa che siamo più generosi e solidali rispetto ad altri paesi europei. Questa generosità inoltre genera sensazioni ed emozioni positive come umanità, soddisfazione, felicità, carità e fratellanza.

Ma la solidarietà è uguale per tutte le generazioni?

La ricerca è andata oltre e, mettendo a confronto 3 generazioni di italiani, ha scoperto quanto per ognuna la solidarietà si traduca in gesti diversi: per noi Baby Boomers in una donazione economica, per i nostri figli, i cosiddetti Millenials (18-35 anni) nel dare aiuto in prima persona. La generazione Generazione X (36-56 anni), invece, si divide equamente tra l’offrire il proprio tempo e il donare denaro o oggetti dismessi. E per quel che riguarda la parola in sé? Anche qui c’è chi la definisce “Condividere con le persone che hanno bisogno non solamente i beni materiali ma anche comunicazione ed emozioni”, chi “Un impegno sociale e morale che tutti gli esseri umani devono prendere in considerazione” chi ancora “la vera essenza dell’uomo”

Da questi dati sono tante le riflessioni che potremmo fare ma abbiamo deciso di soffermarci in particolare su due. La prima ci riguarda come popolo e ci rende orgogliose: gli italiani hanno un provato DNA solidale e soprattutto fanno della solidarietà una caratteristica intrinseca del loro vivere in collettività. La seconda ci tocca come mamme e come donne: i nostri figli non sono solo sembrano permeati da questo senso di solidarietà, ma ne vogliono essere promotori e attori in prima persona. Il futuro promette bene, non credete?

Dash di nuovo al fianco di chi ne ha bisogno!

Dalla ricerca emerge anche che tanti italiani hanno bisogno di aiuto: il 33% degli intervistati ha dichiarato infatti di conoscere qualcuno che non consuma un pasto con regolarità. Non a caso, come rilevato dall’Istat, sono 8 milioni le persone che vivono oggi in stato di povertà alimentare in Italia.

Dopo gli oltre 3 milioni di pasti distribuiti lo scorso anno, Dash ritorna a sostenere Banco Alimentare nella sua missione per combattere la povertà. A tal proposito Andrea Giussani, Presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus, dice: La povertà in Italia, infatti, non arretra e per alleviare il bisogno di cibo di migliaia di persone, abbiamo bisogno del sostegno di aziende come P&G e il coinvolgimento dei cittadini. Siamo grati alla marca Dash con cui stiamo condividendo da due anni queste importanti campagne a favore dei più indigenti in Italia."

L’iniziativa “Aggiungi un piatto a tavola” si concluderà il 4 giugno 2017, per questa ragione sei ancora in tempo a sostenerla! Fai click qui e scopri come sostenere l’iniziativa.

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

5 MODI PER AIUTARE I TUOI FIGLI QUANDO DIVENTANO GENITORI

Sicuramente vorrai aiutare i tuoi figli, se sono genitori novelli. Ti proponiamo 5 consigli che possono esserti utili per dar loro una mano con la nuova situazione familiare!

A IL TEMPO DELLE DONNE, VICTORIA PARLERÀ DI NOI!

Alla Kermesse milanese di RCS, con Victoria come mainsponsor, protagoniste le donne over 50. Dalle voci di due delle protagoniste ecco qualche anteprima.