LA MODA NELLA CAMERA DA LETTO

LA MODA NELLA CAMERA DA LETTO

C’erano una volta le lenzuola ricamate e bianche. Poi abbiamo visto l’epoca della seta e quella del raso. Ora vincono i tessuti naturali e spesso multicolori.

Non ne ho ancora avuto il coraggio. Lo so! Sono una sciocca e mi sto perdendo una “goduria” vera, ma non ho ancora mai usato le lenzuola di lino ricamate che mia mamma mi ha dato come corredo ! Ho fatto in tempo a separarmi e ad arrivare a 55 anni senza mai averle inaugurate…Vivo in una città del nord e il pensiero dell’asciugatura e della stirata mi ha sempre frenata. Ma prometto che la prossima estate le metto! E se si stropicceranno già la prima notte non importa! È questo “il loro bello” come dicono a Milano e ne sarà valsa la pena. Vuoi mettere la sensazione di freschezza e la bellezza autentica? Ormai sono una rarità quei veri ricami a mano, artigianali! In autunno e inverno invece utilizzo ancora le pratiche lenzuola in cotone, a colori tenui, righine o fiorellini. Non ho mai amato le tinte squillanti a letto, neanche d’estate e tantomeno i colori scuri, che mi sembrano più maschili: blu, grigio, bordeaux … colori che hanno siglato gli sfacciati anni ’80, dove parure in seta e raso erano simbolo di lusso soprattutto nell’ambiente dello spettacolo. Ora si è tornati a “letti” più morigerati e, anche negli alberghi e nei negozi specializzati in biancheria per la casa, le tinte dominanti sono quelle naturali, magari in tessuti eco: lana in inverno, lino in estate, cotone tutto l’anno. Del resto sono colori molto soft, rilassanti e di sicuro incontrano tutti i gusti. Altra storia per i copripiumoni, che sostituiscono le lenzuola di sopra e si infilano in “sacchi” fioriti con fantasia “botanica” o in tema con l’arredo. È ovvio che case al mare e montagna prevedono “corredi” più colorati! Quindi, al mare via libera a rigone e coralli o a parure spaiate in tinta unica sotto e fantasia su oppure a federe diverse dalla coppia, o ancora alle immancabili e mitiche lenzuola in lino bianche, freschissime! In alta quota, invece, abbondano scacchi e fiorellini tirolesi che fanno tanto atmosfera e calore, in perfetta sintonia con gli arredi in legno.

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Facendo clic su invio, confermo di aver scritto il contenuto nella sua interezza e accetto i Termini e Condizioni
  • Mostra commenti

Lino che passione

09/12/2015

D'estate utilizzo spesso le lenzuola di lino, bianche e ricamate ed è un piacere addormentarsi tra esse perché sono fresche e decisamente belle. Unica nota dolente è la stiratura, che con il cotone si può evitare, ma ho l'accortezza di stenderle bene, di ritirarle non completamente asciutte e, dopo una veloce passata di ferro da stiro, in particolare sugli smerli e sui ricami.....voilà, le rimetto nuovamente nel letto.

viva i copripiumoni

08/12/2015

Io li uso da anni li trovo comodissimi.

Non solo bianco

07/12/2015

Da ragazzina, quando mia madre mi portava in un negozio di biancheria per la casa, sbuffavo e mi annoiavo; ora che ho 55 anni quando vedo lenzuola, coperte, copriletti, asciugamani, tovaglie resto affascinata e comincio a sognare un nuovo arredamento per la mia casa. Adoro le tinte vivaci, ma anche i colori naturali: credo che con la biancheria giusta si possa creare uno stile che personalizzi la casa.

I SEGRETI PER ORGANIZZARE IL MATRIMONIO DELL'ANNO

Suonano le campane a festa! Prendi nota dei dettagli che funzionano meglio (e di quelli che è meglio evitare) per una celebrazione di questo tipo.

CAMBIO DEGLI ARMADI? NO, DI STILE PER TE E PER LUI!

Il modo di vestirsi cambia con gli anni, ma in meglio. E se ringiovanissi un po’ sia il tuo che il suo look? Ecco alcuni consigli per cominciare oggi stesso!