UNA FRAGRANZA PER TUTTO IL GIORNO

UNA FRAGRANZA PER TUTTO IL GIORNO

Qualche piccola accortezza e il profumo dura più a lungo.

Ragazze, ho finalmente conosciuto la fidanzata di mio nipote! Carina, divertente… peccato però che appartenga a quella categoria di persone che usano il profumo non a gocce ma a litri, con la speranza (vana) che l’effetto duri più a lungo. Come ho imparato negli anni, il segreto non è la quantità ma come e dove si applica il profumo. Perché, come ogni rituale di bellezza, anche questo gesto ha le sue piccole e preziose regole, per sentirsi fresche e profumate da mattina a sera.

1. Meglio non abbondare.
Ricordiamo tutte il detto latino “melius abundare quam deficere”? Ecco, per i profumi non vale. Le fragranze evaporano nello stesso lasso di tempo, indipendentemente dalla loro quantità. In più una profumazione eccessiva ha effetti sgradevoli per noi e per gli altri. Il nostro olfatto, infatti, si abitua dopo poco tempo a un odore forte e persistente così da non trasmettere più piacevoli e inebrianti sensazioni al cervello. Il risultato? Noi non percepiamo più il nostro profumo mentre chi ci sta vicino, nella maggior parte dei casi, lo trova nauseante. Quindi la prima regola è: pochi spruzzi, per più volte al giorno. Consiglio sempre, quando siamo fuori casa o in viaggio, di tenere in borsetta la nostra fragranza preferita in un porta profumo da usare con parsimonia all’occorrenza.

2. I profumi non sono tutti uguali, quindi applichiamoli diversamente.
Li chiamiamo profumi ma la diversa concentrazione di alcool e oli profumati fa la differenza. L’eau de toilette contiene circa il 10% di oli in una miscela di acqua e alcol e si vaporizza intorno alla zona olfattiva (dalle spalle fino al naso). Ricordiamo però di tenere la boccetta a una distanza di circa 10 cm dal corpo. L’eau de parfum, invece, contiene più alcol e fino al 20% di oli. Data la sua maggiore concentrazione, si applica nei punti più caldi del corpo (dove pulsa la circolazione del sangue, per intenderci) come polsi, tempie e braccia, in modo che l’aroma penetri più in profondità.

3. Prepariamo la pelle ad “indossare un profumo”.
Lo sapevate che, se il corpo è ben idratato, la nostra pelle assorbirà meglio l’essenza (e, pertanto, ne occorrerà di meno)? Quindi, quando scegliamo un profumo, abbiniamo sempre una crema corpo della stessa linea. E, se non fosse disponibile, optiamo per una formulazione senza profumazione o che almeno non vada ad alterare le note del nostro profumo.

4. Mai vaporizzare sui vestiti.
È vero, i profumi possono lasciare aloni e a volte macchie indelebili sui nostri capi. Senza contare che alcune fibre ne alterano le note con risultati non sempre piacevoli. Niente paura! Per dare un tocco di fragranza al nostro bucato, basta aggiungere l’ammorbidente ad ogni lavaggio. Alcune formule di ultima generazione riescono persino a mantenere fresco e profumato un capo per diversi giorni.

E voi avete qualche trucco per far durare il vostro profumo più a lungo?

Banner_Lenor_FREE ARTICLE

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento * Campo obbligatorio
Confermo di essere responsabile di tutto il contenuto caricato e di accettare le regole della Community

CONSIGLI DI STILE PER INDOSSARE IL BIANCO A 50 ANNNI

Credi che il bianco non faccia per te? Ma se il bianco non delude mai! Continua a leggere e vedrai come diventa il tuo colore dell’estate.

VESTITI A SECONDA DELLA FORMA DEL TUO CORPO

Culotte o maxiabiti? Jeans o pantaloni harem? Sappiamo ciò che indossiamo, ma sai cosa ti dona di più? Abbiamo le soluzioni di stile per questa estate.

SWISSE Uomo

Esigenze nutrizionali e benessere dell'uomo